menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Piazza del Bacio, da palco per concerti alle opere di grandi writers: "La mia proposta bocciata dal Comune"

Il portavoce dell'associazione spontanea di commercianti aveva proposto un pacchetto di eventi per l'estate a Piazza del Bacio

Una rinascita per Piazza del Bacio? "Qui se non ci adopera insieme non si va da nessuna parte e il quatiere resta in mano agli spacciatori. Io ho provato a proporre un progetto concreto per far tornare giovani e famiglie, ma mi hanno risposto che non ci sono i soldi". Parla con toni decisi Vincenzo Vescarelli, portavoce di una associazione spontanea di commercianti, ancora in itinere, che dopo essersi reso conto delle criticità di Fontivegge, aveva deciso di ripopolare la piazza con un pacchetto di proposte trasversali.

Fontivegge, commercianti uniti per la rinascita. Intanto arrivano le telecamere di Rete Quattro in Piazza del Bacio

Con l'unico scopo di far tornare i perugini a godere, tra l'altro, di una piazza bellissima, ideata dal celebre architetto Aldo Rossi (è stato anche il primo italiano ad aggiudicarsi il Premio Pritzker). Insomma, la nostra è una piazza votata non solo ad un'idea postmoderna e avveniristica concepita da una massimi architetti italiani, ma un spazio da sfruttare e rendere fruibile a un maggior numero di persone possibili. Eppure, nonostante l'intraprendenza di Vincenzo, già animatore con una lunga esperienza alle spalle, bussando le porte di Palazzo si è sentito rispondere "che è tardi", che non ci sono risorse per farlo. 

Nell'ambizioso progetto di Vincenzo c'erano 28 appuntamenti estivi da investire in musica, serate si Dj - set, artisti emergenti e pannelli di legno (da due metri per tre) a tamponare la cantierizzazione a fianco di Palazzo dei Portici a Piazza del Bacio. Un lotto mai costruito che giace inerte da trent'anni circa.  "Volevo riportare la gente anche lì, grazie anche alla presenza di writers da un curriculm di tutto rispetto". 

"Sono deluso, non lo nego - sottolinea Vicenzo Vescarelli. Neanche un appuntamento su 28 mi hanno concesso. E' da dicembre che sono in contatto con il Sindaco. Le spese sarebbero state basse e avrebbero riguardato Siae, e costi degli artisti. Ci hanno proposto il palco! Noi commercianti non possiamo certo accollarci i costi. L'animazione e lo spettacolo in una piazza così bella sarebbe stata anche una buona cartolina da visita per i turisti, visto che siamo a due passi dalla stazione di Perugia". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento