Rifiuti, a Perugia l'inceneritore si può fare: il consiglio boccia il divieto

Dopo la bocciatura della prima commissione permanente un mese fa, anche il consiglio comunale perugino ha detto no alla proposta popolare di vietare per legge gli inceneritori sul territorio comunale

La proposta è stata discussa, votata e bocciata, l'inceneritore si può fare e poco interessa se la cittadinanza vorrebbe farne a meno, per buona pace degli ambientalisti e di un incremento dei programmi di raccolta differenziata. Alcuni giorni fa il consiglio comunale di Perugia ha votato, con tutta la maggioranza compatta, a sfavore della delibera di proposta popolare che voleva apportare delle modifiche allo statuto comunale in materia di rifiuti. 

La delibera popolare voleva introdurre il divieto del trattamento termico dei rifiuti, in favore di un aumento  della raccolta differenziata, per una gestione pubblica e partecipata del servizio dei rifiuti, la delibera è stata presentata da oltre 1000 cittadini firmatari nel febbraio 2012.  I voti a favore sono stati solo 5 - PRC (Pampanelli e Fabbri), CI(Neri) e IDV (Zecca e Cardone) il Pdl si è astenuto. La delibera è stata bocciata dalla maggioranza (PD compatto tranne un astenuto e il partito socialista) perché ritenuta come tecnicamente inadatta per una modifica di statuto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 26 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 30 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 29 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 27 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa all'1 dicembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 2 dicembre: tutti i dati comune per comune

Torna su
PerugiaToday è in caricamento