rotate-mobile
Cronaca

Carceri, prostesta della Uilpa: dichiarato lo stato di agitazione

Dall'8 aprile gli agenti si asterranno dai pasti in mensa obbligatori

Stato di agitazione al carcere di Capanne. Protestano gli agenti della polizia penitenziaria. Lo rende noto la segreteria regionale Uilpa Polizia Penitenziaria, precisando che il personale aderente alla sigla sindacale si asterrà dalla "consumazione del pasto presso la mensa obbligatoria di servizio".

Questo "in considerazione dell’ incomprensibile non adeguamento dell’organico i Perugia nonostante le reiterate richieste in tal senso formulate da questa organizzazione sindacale e dai vertici di comando dell’istituto penitenziario".

Questa criticità comporta "lo svolgimento di doppi turni e soventi richiami in servizio del personale che, addirittura, non si vede corrispondere neanche le spettanze dovute con il mancato pagamento delle prestazioni di lavoro straordinario effettuato. Tuttoo ciò premesso in assenza di segnali positivi da parte dei Superiori Uffici Dipartimentali, nel rispetto della vigente normativa saranno valutate altre più incisive forme di protesta" sottolinea ancora la segreteria regionale Uilpa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carceri, prostesta della Uilpa: dichiarato lo stato di agitazione

PerugiaToday è in caricamento