rotate-mobile
Domenica, 14 Agosto 2022
Cronaca

Golosità umbra, a Pasqua vincono buon vino e agnello: ma si cucina da soli

Secondo il monitoraggio di compiuto dagli operatori della Federazione dettaglianti dell'Alimentazione-Fida e dalla Federcarni, il consumo di carni non è diminuito, ma neanche quello del buon vino

Crisi economica o meno, gli umbri il giorno di Pasqua non faranno mancare sulle proprie tavole il buon vino e il tradizionale agnello. In base infatti al monitoraggio compiuto dagli operatori della Federazione dettaglianti dell'Alimentazione-Fida e dalla Federcarni, aderenti alla Confcommercio della provincia di Perugia, è stato evidenziato una tenuta degli acquisti di carne, soprattutto di agnelli.

Non mancheranno neanche uova e colombe. Ma se una volta il take away era quasi d’obbligo, adesso si preferisce il “fai da te”; passando tranquillamente le vesti pasquali nella propria abitazione. Risultato? Aumentano le vendite dei prodotti primari, piuttosto che prodotti già elaborati, in vista di un pranzo di Pasqua che diventa prevalentemente un pranzo in casa, in famiglia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Golosità umbra, a Pasqua vincono buon vino e agnello: ma si cucina da soli

PerugiaToday è in caricamento