menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Donazioni di sangue in calo, i carabinieri rispondono "presente": il grande gesto

In Umbria sono in calo le donazioni di sangue,  ma l’arma dei Carabinieri risponde “presente”, subito dopo l’allarme lanciato dall’ Avis in occasione del bilancio annuale: 25 donatori in divisa si sono presentati  questa mattina 7 dicembre presso il centro Trasfusionale dell'ospedale Santa Maria della Misericordia e tra loro anche 5 militari alla prima donazione. L’iniziativa, che rientra nella convenzione stipulata tra l’Azienda Ospedaliera ed il Comando dei Carabinieri dell’Umbria, è stata coordinata dal Colonnello. Francesco Pelliccia e dal Maggiore Maria Rosa mancini della sezione Sanità dell’Arma.

E' emergenza "sangue" nella nostra Umbria: 3mila donazioni in meno in soli 12 mesi 
Donazioni di sangue al minimo, l'appello Avis: "Andate subito a donare, scorte insufficienti per gli ospedali"

 

Soddisfazione è stata espressa dal direttore della struttura sanitaria, il dottor Mauro Marchesi: “La raccolta di sangue è sempre una attività complessa, legata alle disponibilità dei donatori e alla stagionalità. Richiede  anche grande attenzione  da parte delle strutture preposte evitare allarmismi, l’attività assistenziale è sempre stata garantita, ma chiaramente vi sono dei periodi di carenza di sangue, e questo attuale è uno di quelli. Per questa ragione ci auguriamo che  la donazione dei Carabinieri sia da esempio per altri cittadini generosi”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento