rotate-mobile
Venerdì, 24 Maggio 2024
Cronaca

Lite al bar tra clienti: uno mima il gesto di tagliare la gola, l'altro lo prende a bastonate

Due sotto processo per lesioni, percosse e minacce dopo un alterco in un locale

Cappuccino con o senza schiuma, era rigore o meno, guanciale o pancetta. Di cosa discutessero al bar di mattina non si sa, ma il dibattito si è trasformato in alterco e poi in lite, con minacce e lesioni.

Due persone sono finite davanti al giudice, difesa dagli avvocati Fulvio Carlo Maiorca e Andrea Bellachioma, nelle vesti di imputati e parti offese.

Secondo l’accusa il primo, al culmine del litigio, avrebbe mimato il gesto di tagliare la gola all’avversario, passando l’indice sul collo. Per questo è stato accusato di minacce.

L’altro si sarebbe scagliato contro il primo contendente con un bastone, colpendolo in testa. E per questo è accusato di percosse e lesioni.

I due sono comparsi davanti al giudice del Tribunale penale di Perugia per far valere le proprie ragioni in quanto vittime, ma anche per discolparsi dalle accuse.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lite al bar tra clienti: uno mima il gesto di tagliare la gola, l'altro lo prende a bastonate

PerugiaToday è in caricamento