rotate-mobile
Cronaca

Incassano i "gratta e vinci" rubati lungo la E45 e impiantano un coltivazione di marijuana: due arresti

Le indagini condotte della Polizia stradale di Perugia ha permesso di rintracciare i due presunti autori dei furti nelle stazioni di servizio

Due albanesi, un uomo e una donna di 39 e 38 anni, sono stati arrestati ad Ardea, in provincia di Roma, su ordine del giudice per le indagini preliminari di Velletri, dal personale della Polizia Stradale di Perugia in collaborazione con i colleghi di Roma per i reati di riciclaggio di biglietti della lotteria nazionale “Gratta e Vinci”, furti presso aree di servizio e coltivazione di marijuana.

L’attività d’indagine degli investigatori era iniziata lo scorso mese di febbraio in seguito ad alcuni furti effettuati di notte presso due aree di servizio della  E45.

Il modus operandi degli autori, caratterizzati dalla tipologia di refurtiva, ovvero, tabacchi lavorati e biglietti della lotteria nazione “Gratta e Vinci” per un valore di circa 15mila euro, e le modalità di accesso agli esercizi commerciali, effettuata attraverso la realizzazione di un buco nella parete per evitare l’attivazione dei sistemi di allarme, aveva indotto i poliziotti a ritenere che le azioni delittuose fossero collegate tra loro e opera delle stesse persone.

Dalle indagini è emerso che altri furti erano avvenuti lungo la E45 con le stesse modalità e dall'analisi dei tabulati delle celle telefoniche e dalla visione delle immagini delle telecamere di videosorveglianza delle aree di servizio sono state individuate le due persone mentre incassavano-presso 13 diverse ricevitorie dislocate ad Ardea e aree limitrofe le somme di circa 100 biglietti vincenti asportati presso alcuni degli esercizi trafugati.

Le perquisizioni domiciliari hanno permesso di constatare che era stata avviata una vera e propria attività relativa alla coltivazione di marijuana, con l’installazione di una serra e l’utilizzo di impianti per facilitarne lo sviluppo e l’essiccazione, finalizzata alla successiva immissione nel mercato degli stupefacenti.

L’uomo, già nel 2021, nell’ambito di un’analoga indagine per furto e coltivazione di sostanze stupefacenti, condotta dalla Sezione di Polizia Stradale e coordinata dalla Procura di Perugia, aveva patteggiato una pena ad anni 4 mesi 8 di reclusione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incassano i "gratta e vinci" rubati lungo la E45 e impiantano un coltivazione di marijuana: due arresti

PerugiaToday è in caricamento