menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Giovani, ladre e ovviamente incinta: beccate dalla polizia prima del colpo in casa

Due ladre professioniste a caccia a Perugia. I poliziotti della Volante le hanno notate mentre si aggiravano con fare sospetto tra le abitazioni della zona di Ponte Rio – Ponte d’Oddi

Due ladre professioniste a caccia a Perugia. I poliziotti della Volante le hanno notate mentre si aggiravano con fare sospetto tra le abitazioni della zona di Ponte Rio – Ponte d’Oddi. Così le hanno fermate e controllate. Solo una delle due donna – entrambe in avanzato stato di gravidanza – ha mostrato un documento: un passaporto croato che ne attestava la nascita nel ’93. L’altra, invece, ha dichiarato ai poliziotti di essere minorenne. Una balla.

La coppia di professioniste dei furti in abitazione è stata portata in Questura. Sotto la camicia, la croata nascondeva una pinza in ferro mentre l'altra aveva nella borsa un guanto usato per non lasciare impronte; avevano una lunga serie di precedenti per reati contro il patrimonio commessi praticamente ovunque in Italia.


L’identità della sedicente minorenne, peraltro, è stata ricondotta ad una straniera nata in Austria, la cui maggiore età era già stata accertata in occasione di un controllo cui era stata sottoposta da parte della Polizia Ferroviaria di Portogruaro nel febbraio dello scorso anno.


Denunciate a piede libero per possesso di arnesi atti allo scasso e, la sedicente minorenne, anche per false attestazioni sull’identità. Nei loro confronti sono stati emessi i provvedimenti di divieto di ritorno nel comune di Perugia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, Assisi in lutto: è morto Mauro Venarucci

Attualità

Coronavirus in Umbria, vaccini anche in farmacia: c'è l'accordo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento