Cronaca

Estorsioni, rapine e intimidazioni: fermati 5 nomadi con base a Sant'Eraclio. "I loro obiettivi: commercianti, artgiaini e cittadini"

Blitz congiunto di Polizia e Carabinieri dopo oltre un anno di indagini. Le misure cauterali decise dal Gip del Tribunale di Spoleto

Dopo una lunga e articolata indagine, i Carabinieri di Foligno - su ordine del Gip del Tribunale di Spoleto - hanno applicato misure cautelari a 5 rom, tutti maggiorenni e riconducibili all’area di Sant’Eraclio dove è presente un insediamento molto discusso. 

Le indagini sono iniziate nel giugno 2020 dai poliziotti del Commissariato e dai militari della Compagnia ed hanno fatto emergere "una costante pressione estorsiva, da parte degli indagati, nei confronti di artigiani, contadini o semplici residenti della zona" inoltre sono stati accertati anche furti e rapine ai danni, per lo più, di commercianti folignati.
Maggiori particolari verranno forniti nel corso di una conferenza stampa che si terrà, nella mattinata odierna, al Commissariato di Foligno, alle ore 12:30.

AGGIORNAMENTO DEFINITIVO -  Foligno, il pizzo imposto a cittadini, commercianti e agricoltori: chi non pagava subiva aggressioni fische, danni all'auto e alla casa

(aggiornamento nel corso della giornata)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Estorsioni, rapine e intimidazioni: fermati 5 nomadi con base a Sant'Eraclio. "I loro obiettivi: commercianti, artgiaini e cittadini"

PerugiaToday è in caricamento