menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Arresto Goracci, politica in tilt: si dimettono Lignani Marchesani e De Sio

In seguito all'arresto di Orfeo Goracci e dei rappresentanti comunali di Gubbio, arrivano le dimissioni di Andrea Lignani e Alfredo De Sio che avevano incarichi nell'ufficio di presidente del Consiglio

Dopo l'arresto di Orfeo Goracci e in considerazione della gravità della situazione che vede da tempo coinvolti troppi esponenti del Consiglio regionale in inchieste giudiziarie, i consiglieri di opposizione Andrea Lignani Marchesani e Alfredo De Sio, si sono dimessi rispettivamente dalla carica di vicepresidente e segretario dell'Ufficio di presidenza di Palazzo Cesaroni.
 
La decisione, maturata in mattinata al termine di una riunione di tutti i consiglieri del Pdl, è stata comunicata in calce ad un documento politico, firmato dell'intero Pdl.

Nel frattempo il consigliere Franco Zaffini (Fare Italia) esprime l'approvazione per la decisione maturata di Lignani Marchesani e dal consigliere segretario De Sio, che ha determinato la decadenza dell’Ufficio di presidenza: “Bene hanno fatto i colleghi Andrea Lignani Marchesani e Alfredo De Sio, rappresentanti dell’intera opposizione, a rimettere all’Assemblea gli incarichi ricoperti nell’Ufficio di presidenza del Consiglio regionale, rassegnando le proprie dimissioni a seguito dell’arresto che ha coinvolto un componente dell’organo.

Il gesto di coerenza e di riguardo nei confronti delle Istituzioni posto in essere dall’opposizione deve essere da esempio anche per la maggioranza, l’esecutivo e la stessa presidente che potrebbe dare dimostrazione concreta di capacità amministrativa e senso di responsabilità facendo semplicemente il proprio dovere"; ha concluso Zaffini.

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento