Cronaca

Coronavirus, sei le regioni italiane in rosso nella mappa del rischio dell'Ue: il colore dell'Umbria

L'aggiornamento del Centro europeo per il controllo delle malattie: un solo territorio della Penisola 'resiste' in fascia verde

Mentre alcune delle regioni italiane temono di dover abbandonare la fascia bianca per tornare in giallo per il peggiorare dei dati relativi all'emergenza coronavirus, anche questa settimana l'Ue aggiorna la mappa del Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (Ecdc) sull'incidenza dei contagi da coronavirus nel territorio dell'Unione.

Coronavirus in Umbria, la mappa al 26 agosto: tutti i dati comune per comune

L'Umbria resta in zona in arancione (fascia tra i 75 e i 200 casi ogni 100.000 abitanti nelle due settimane precedenti). In zona verde (fascia sotto i 50 casi ogni 100.000 abitanti con un tasso di positività dei tamponi inferiore al 4% o sotto ai 75 con un tasso inferiore all'1% nelle due settimane precedenti) c'è solo il Molise mentre in zona rossa (fascia 200-499 casi ogni 100.000 abitanti) la Campania va ad aggiungersi a Marche, Toscana, Sicilia, Sardegna e Calabria che già erano in rosso nella settimana passata. Il resto dell'Italia, Umbria compresa, è in zona arancione.

Coronavirus, terapie intensive: Umbria vicina alla soglia critica del 10% prevista per la zona gialla


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, sei le regioni italiane in rosso nella mappa del rischio dell'Ue: il colore dell'Umbria

PerugiaToday è in caricamento