Domenica, 21 Luglio 2024
Cronaca

Realizzano un piazzale di 4mila metri quadri senza autorizzazione e lo riempiono di detriti: in quattro sotto processo

Per la Procura di Perugia avrebbero violato il codice dei beni culturali e del paesaggio rialzando il terreno di 30 centimetri

Committente, proprietario del terreno ed esecutore dei lavori sotto processo per aver realizzato un piazzale in cui stoccare i detriti delle lavorazioni edilizie.

I quattro imputati, difesi dagli avvocati Patrizia Conti, Beatrice Ranucci, Umberto Palumbo e Fabrizio Massetti, sono accusati di aver violato il Codice dei beni culturali e del paesaggio perché “in qualità di proprietari, di legale rappresentate” di una società, di “committente dei lavori” e di “legale rappresentate della omonima ditta artigiana esecutore materiale dei lavori”, avrebbero realizzato “su di un’area sottoposta a vincolo paesaggistico … un piazzale di 4mila metri quadrati previa apposizione di materiale arido su area agricola, con rialzamento del piano di campagna di circa 30 centimetri”.

Lavori che per la Procura di Perugia avrebbero effettuato “senza le prescritte autorizzazioni paesaggistico-ambientali”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Realizzano un piazzale di 4mila metri quadri senza autorizzazione e lo riempiono di detriti: in quattro sotto processo
PerugiaToday è in caricamento