menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Non solo ciclismo: Umbria in festa per accogliere il Giro Rosa

La manifestazione torna nel 'Cuore verde' dopo 22 anni di assenza: ritorno d'immagine per il territorio ed economico per alberghi, ristoranti, negozi e attività commerciali

Località dell’Umbria in festa per accogliere, dopo 22 anni di assenza, il Giro Rosa. Ce ne dà notizia l’amico Gino Goti che in sella ha fatto chilometri ma, oltre alla passione direttamente coltivata, ha seguito come regista Rai quella manifestazione.

Torna, dunque, il giro d’Italia internazionale femminile firmato ICCREA e organizzato da Giuseppe Rivolta con la società ciclistica 4ERRE di Sovico in Brianza. Dopo la Toscana, le girine entrano in Assisi, domenica 13 settembre, intorno alle 14:00, passando da Città della Pieve. A seguire: Pievaiola, Piegaro, Tavernelle, Castel del Piano, Pila, San Martino in Colle. Quindi dalla Marscianese scenderà a San Martino in Campo, rotatoria per via dei Contadini, strada tuderte a salire per imboccare via dei Loggi, dove un noto ristorante ponteggiano organizzerà un “pranzo sportivo” in attesa del passaggio del giro, previsto intorno alle 15:00.

Poi una scorribanda  per via Volumnia, l’attraversamento di  Ponte San Giovanni in via Manzoni, via Ponte Vecchio, via Valtiera, via dell’Ospedalone a Collestrada, sottopasso superstrada, via Spagnoli, aeroporto di S. Egidio, Petrignano, Palazzo e arrivo ad Assisi in Piaggia di San Francesco, valido anche come GPM di 1^ categoria. 

Come risvolto positivo, si è ottenuta la sistemazione e la messa in sicurezza di alcuni tratti stradali, come è avvenuto per via Valtiera e via dell’Ospedalone, tra Ponte San Giovanni e  Collestrada. Occasione, questa del Giro Rosa,  per un prezioso ritorno di immagine: numerosi giornalisti, in rappresentanza di testate, radio e televisioni, parleranno della corsa, ma anche del territorio, dell’arte, della cultura e del paesaggio attraversato dalla carovana rosa. 

Si è anche generato un consistente ritorno economico per alberghi, ristoranti, negozi, attività commerciali, grazie alla presenza per due giorni di circa 600 persone tra atlete, tecnici, giornalisti, sportivi e sponsor al seguito. Nella sola Ponte San Giovanni, abituale punto di riferimento per eventi ciclistici, soggiorneranno ben otto squadre al completo, più numerose altre persone fra addetti all’organizzazione, tecnici, sponsor.

Come da noi preannunciato, la Pro Ponte ha organizzato un’accoglienza coi fiocchi, con la presenza di figuranti in costume etrusco, esposizione di Vasi e riproduzione di urne cinerarie lungo via Manzoni sulla piazza Don Annibale dove, anticipando la corsa, sosterà il direttore del giro Giuseppe Rivolta. Il quale, appunto, potrà ricevere dal presidente Antonello Palmerini un significativo riconoscimento di foggia, naturalmente... etrusca. Oltretutto, l’evento ha ottenuto il prestigioso patrocinio del Consiglio Regionale dell’Umbria. 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento