menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

INVIATO CITTADINO "Raccoglincentro, un servizio da preservare. E' un must"

"Nel cammino positivo e virtuoso del sistema di Raccolta differenziata a Perugia, un ruolo importante viene svolto dal servizio Raccoglincentro"

Sopprimere il Raccoglincentro Gesenu sarebbe colpevole e priverebbe i cittadini di un must, in termini di servizio e socialità. Parola di Gianluca Papalini, già candidato al Comune di Perugia nell’ultima tornata elettorale.

Papalini è stato da me soprannominato “defensor civitatis” (nientemeno che l’appellativo di Ercolano) per la cura maniacale con cui segue le vicende cittadine, con particolare riguardo ai casi di degrado civile e strutturale della nostra città. Peraltro, nella sua veste professionale di intermediario immobiliare, conosce a menadito situazioni che possono sfuggire ai più. E di questo occorre dargli atto.

Ora sostiene: “Nel cammino positivo e virtuoso del sistema di Raccolta differenziata a Perugia, un ruolo importante viene svolto dal servizio Raccoglincentro. Al di là della percentuale di rifiuti conferita, ho notato grande interesse e ampio apprezzamento da parte della popolazione nei confronti di questo servizio”.

Quali, a tuo avviso, le ragioni di questo consenso?

“Nel centro storico, moltissimi sono gli appartamenti di dimensioni ridotte che, spesso, non consentono di ospitare in casa per giorni i quattro mastelli della differenziata. L'opportunità, quindi, di poter conferire in tempo quasi reale il proprio sacchetto all'operatore della Gesenu mi sembrava e mi sembra una ottima iniziativa”.

C’è dell’altro?

“Certamente: il conferimento "brevi manu" del sacco consente all’operatore di verificare la correttezza della procedura da parte del cittadino. Spesso, infatti, in centro si notano sacchi per la raccolta domiciliare, nei colori e nei giorni sbagliati. E questo può succedere. Sia per effetto di una popolazione anziana, sia a causa di presenze studentesche non costanti”.

Sul piano socio-relazionale?

“C’è un altro merito a favore del Raccoglincentro, ed è il fattore umano. Molti operatori della Gesenu sono diventati – nel corso di questi anni – un punto di riferimento per tanti cittadini, soprattutto anziani e soli, che hanno la possibilità di scambiare anche qualche parola e di socializzare”.

Qualche esempio?

“In alcuni punti del percorso di Raccoglincentro, si organizzano anche - per Natale e Pasqua - dei brindisi di auguri: brevi momenti di grande cordialità, che fanno incontrare il vicinato e rafforzano la solidarietà”.

Ma siamo sicuri di questa eventuale abolizione?

“Per il momento, si tratta di voci, rumors, ufficialmente non confermati. Ma, come si dice in perugino, ‘se tuona, da qualche parte piove’ e non vorrei che questo asserito proposito trovasse applicazione”.

Intanto, insomma, ti prepari a contrastare questa eventuale decisione?

“Le voci di una soppressione del servizio mi spingono a chiedere delucidazioni. Chi decide risponderà”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cronaca

Come ti frego il pacco lasciato dal corriere… se non sei svelto a ritirarlo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento