Attualità Sant'Egidio

Perugia, intitolato a monsignor Giacomo Rossi il parco giochi di Sant'Egidio

Scoperta una targa realizzata e donata da Enrico Marrani su un basamento creato da Alberto Brutti e Augusto Stoppini

Il parco giochi di Sant'Egidio è stato intitolato a monsignor Giacomo Rossi. A ricordo del religioso che è stato parroco del paese dal 1955 al 2017, è stata apposta una targa realizzata e donata da Enrico Marrani su un basamento creato da Alberto Brutti e Augusto Stoppini.

L’appello a rendere omaggio a una figura che per oltre sessant’anni ha guidato la comunità, rivolto dall’Associazione Sant’Egidio Aps Asd a tutta la cittadinanza, è stato accolto da numerose persone, inclusi i bambini della scuola dell’infanzia Madonna della Villa e della scuola primaria locale (Istituto comprensivo Perugia 13) che, guidati dalle insegnanti, hanno contribuito alla cerimonia con filastrocche e canti.

Come ricordato da Gianni Mantovani, l’intitolazione è stata promossa e fortemente voluta da Elio Censi, già presidente dell’associazione sportiva Sant’Egidio, prematuramente scomparso nel settembre scorso. Numerosi gli interventi che si sono succeduti. A portare i saluti sono stati Alessio Sepioni, presidente dell’Associazione Sant’Egidio, Otello Numerini, assessore del Comune di Perugia, don Marco Briziarelli, direttore della Caritas diocesana, Stella Cerasa, assistente sociale della mensa San Lorenzo della Caritas diocesana, don Antonio Sorci, parroco di Sant’Egidio, monsignore Simone Sorbaioli, vicario generale diocesano, le dirigenti scolastiche Lorella Paccapelo e Simona Tanci e il sindaco Andrea Romizi. Presente anche il consigliere comunale Paolo Befani.

Don Giacomo Rossi è stato parroco a Sant’Egidio dal 1955 e vi è rimasto fino alla morte, avvenuta il 23 giugno del 2017.

Sant'Egidio, i giardini intitolati a monsignor Giacomo Rossi

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Perugia, intitolato a monsignor Giacomo Rossi il parco giochi di Sant'Egidio
PerugiaToday è in caricamento