menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

INVIATO CITTADINO Festa grande a Ponte San Giovanni: Nonna Fosca festeggia 103 anni

Dopo la scomparsa della signora Lidia Batta sono rimaste in due le 103 enni, socie onorarie della Pro Ponte. Oltre a Fosca, c’è Faustina Ermasi

L’aria di Ponte San Giovanni fa diventare… centenari. Nonna Fosca festeggia i 103 e tiene duro.

Un’energia inusuale, considerando l’età. Non c’è un attimo in cui Fosca Scardua se ne stia con le mani in mano. Non fa la muffa davanti al televisore, ma lo tiene in sottofondo mentre le sue mani, inusualmente agili, sferruzzano con l’uncinetto per realizzare sciarpe, maglioni e altri accessori d’abbigliamento. Per la gioia e la fierezza della nipotanza che dichiara con orgoglio: me l’ha fatto la bisnonna.

Attorniata dai familiari (siamo debitori a Gino Goti della foto e della notizia), Fosca ha festeggiato 103 anni. Come dire: un secolo più tre.

Questa donna attiva e tenace è nata a Mantova il 3 agosto 1917, poco prima che finisse il primo conflitto mondiale. È ormai ponteggiana ad honorem, per aver trascorso una vita ad ascoltare, e a parlare, l’idioma del dónca.

Dopo la scomparsa della signora Lidia Batta (le cui esequie hanno avuto luogo nella mattinata di ieri) sono rimaste in due le 103 enni, socie onorarie della Pro Ponte. Oltre a Fosca, c’è Faustina Ermasi: anche lei emise il primo vagito nell’agosto 1917. Conosco Faustina per essere stato più volte ospite della sua casa, che è poi quella della figlia Serenella e del collega e amico Gino Goti.

Un solo grido, all’indirizzo di Fosca e di Faustina: tenete duro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Linfoma di Hodgkin, nuova terapia di precisione contro il tumore

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento