menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, Isabella Federici taglia e cuce mascherine: "Sono il mio contributo a chi ne ha bisogno"

Casalinga di Castel del Piano con la passione per il cucito, ha trasformato il salotto di casa in una piccola fabbrica: "Finché avrò la stoffa, proseguirò"

Le mascherine non ci sono. Non si trovano, i prezzi sono alle stelle. Un martellante ritornello che aggiunge preoccupazione alla preoccupazione per l'emergenza coronavirus. Ma che mette in moto anche la grande macchina della generosità. Stoffa, filo, una macchina da cucire e un po' di inventiva. Quello che anche Isabella Federici ha messo insieme quando ha iniziato a tagliare e cucire. Mascherine, ovviamente. Che regala a chi ne ha bisogno. Non presidi sanitari da usare negli ospedali, ovviamente. Ma una buona alternativa da usare nelle uscite per necessità dei cittadini.

Isabella Federici è una casalinga di Castel del Piano che si diletta con la macchina da cucito. Tra le tante creazioni che realizza, in questo momento hanno trovato spazio le mascherine, in questo momento, spiega, ha sentito il dovere di dare un contributo per quello che le è possibile.

Ha, così, trasformato il suo salotto in una piccola fabbrica di mascherine di protezione. Sono completamente realizzate a mano e con tessuti nuovi e sterilizzabili, al interno hanno una sorta di tasca dove inserire un foglio di carta da forno. Finche avra i tessuti disponibili - è la sua intenzione - le produrrà. Sono gratis "perche Isabella apprezza solo un grazie".

Chi ne ha bisogno, senza esagerare nelle richieste, la può contattare sul suo profllo Facebook o sulla pagina Acchiappasogni. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Giro d'Italia 2021, tre tappe in Provincia di Perugia: "Disagi alla viabilità ripagati dalla visibilità offerta al nostro territorio"

Attualità

Coronavirus, Vaccine Day in Umbria: 5.387 dosi somministrate

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento