Coronavirus, in cinque giorni oltre 160 consegne a domicilio con "Spesa a Casa". Afas a disposizione per i farmaci

I numeri utili da contattare e chi può richiedere il servizio

Sono 166 le consegne effettuate nei primi cinque giorni del servizio “Spesa a Casa”, organizzato dal Comune di Perugia in collaborazione con Confcommercio Umbria, Mandamento di Perugia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 Il servizio, nato per consegnare la spesa agli over 75 anni, ai disabili e agli over 65 affetti da patologie, è stato ampliato anche a coloro che sono in isolamento obbligatorio o fiduciario.
L'iniziativa, che consiste nella consegna a domicilio della spesa ordinata presso uno degli esercenti che hanno aderito finora all’iniziativa, è garantita dalla Cooperativa B+, che si occupa del ritiro dei prodotti presso il negoziante e della relativa consegna al domicilio del cliente. 
“A tutti gli operatori della cooperativa va il sentito ringraziamento dell’amministrazione - è scritto in una nota dell’ente - per l’impegno e il senso civico che continuano a dimostrare in questo momento di emergenza, in cui anziché fermarsi, continuano a lavorare aiutando chi ne ha più bisogno.
“Spesa a casa” resta attivo per tutta la durata della situazione di emergenza e può essere richiesto al numero verde 800035880, attivo dal lunedì al sabato dalle 9 alle ore 12. La spesa viene consegnata nel pomeriggio, il pagamento può essere effettuato in contanti e tramite POS.
 
Il Comune ricorda inoltre che tutti coloro a cui è sconsigliato di spostarsi dal proprio domicilio o coloro che sono impossibilitati a recarsi presso una farmacia (persone over 65, persone non autosufficienti, coloro che hanno sintomatologia da infezione respiratoria e febbre, coloro che sono in quarantena o comunque positivi al Covid-19) possono richiedere il servizio di consegna a domicilio dei farmaci, grazie alla collaborazione del Comune di Perugia con Afas e Federfarma.
Per attivare il servizio gratuito è possibile telefonare ai seguenti al numero verde di Croce Rossa Italiana 800065510, attivo h24 7 giorni si 7 (valido su tutto il territorio nazionale, quello di Federfarma 800189521 (valido su tutto il territorio nazionale), e il numero dedicato di Afas 349 7591718 oppure chiamando il proprio medico di base o farmacista di fiducia.
Da lunedì 23 marzo Federfarma Umbria provvederà ad attivare un ulteriore numero dedicato, finalizzato al servizio, che sarà valido solo sul territorio regionale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il buono postale regalato dalla nonna è scaduto e non pagabile, la nipote vince la causa

  • Perugia-Ancona, incidente tra auto e camion: muore 30enne

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 20 settembre: tutti i dati comune per comune

  • Occhio allo smishing, la nuova truffa svuota conto corrente: basta rispondere ad un sms

  • Fiera dei Morti, il Comune di Perugia pubblica l'avviso per gli operatori

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 21 settembre: tutti i dati comune per comune

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento