Attualità

INVIATO CITTADINO Chiusura di “Area 51” di via Vecchi, Nilo tatua in Art Factory

Il suo ex socio di via Vecchi ha scelto di incamminarsi per le strade dell’arte pittorica su tela. “Nilo”, invece, ha deciso di continuare ad usare come supporto la pelle umana

Chiusura di “Area 51” di via Vecchi, ma Nilo opera adesso in Art Factory, novità eugubina, seconda solo a Milano. Hanno voluto ispirarsi al nome di Andy Warhol, inventore di una specialissima Art Factory, ma hanno scelto come sede la città di Gubbio.

Qui Raffaele (Lello Gig) – nome d’arte anche quello di “Nilo tattooer” – opera realizzando tatuaggi di eccezionale fattura. 

Il suo ex socio di via Vecchi ha scelto di incamminarsi per le strade dell’arte pittorica su tela. “Nilo”, invece, ha deciso di continuare ad usare come supporto la pelle umana, per capolavori, a effigie richiesta, cuciti addosso ai clienti. Che sono tanti, di ogni sesso ed età.

In quella factory, tra graffiti e pareti affrescate, operano anche estetisti e titolari di Hair Saloon di vaglia che si occupano del crine.

In quella sede si organizzano eventi e si crea socialità, nella condivisione di culture e interessi. Pare di trovarsi in ambiente metropolitano newyorkese. Una pennellata di esotismo in una città carica di arte e di storia. Sembra che il riscontro sia elevato. Auguri di buon lavoro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

INVIATO CITTADINO Chiusura di “Area 51” di via Vecchi, Nilo tatua in Art Factory

PerugiaToday è in caricamento