Attualità

Beni culturali, dal Governo oltre 3 milioni per interventi, restauri e valorizzazione. All'Umbria quasi il 2% del fondo ministeriale

L'elenco dei musei, chiese e archivi che usufruiranno delle risorse del Fondo per la tutela del patrimonio culturale per gli anni 2019 e 2020

Il Senato della Repubblica Italiana ha approvato lo schema di decreto del Ministro della cultura sulla rimodulazione delle risorse del Fondo per la tutela del patrimonio culturale per gli anni 2019 e 2020. All’Umbria, secondo quanto riferito dalla senatrice Fiammetta Modena (Forza Italia), nella regione sono previsti interventi per 1.458.330 euro in riferimento al 2019 e di 2.031.420 euro per il 2020, per un totale di 3.489.750 euro, pari all’1,94% del fondo stanziato.Gli Interventi previsti riguardano il Ninfeo Romano di Assisi, con la riqualificazione, recupero architettonico-paesaggistico e valorizzazione (due interventi per 219mila e 222mila euro). Sempre ad Assisi, al Sacro convento di San Francesco, progettazione e allestimento deposito dei pannelli della Sala Papale del Museo dell’Opera di Assisi (84.420 euro).

Previsto il consolidamento e miglioramento sismico a Città della Pieve della chiesa di San Leonardo in Salci (39mila euro).

A Giano dell’Umbria, intervento presso la chiesa di San Francesco con il restauro dell’arredo, dell’apparato decorativo e delle finiture interne (109.780 euro).

A Gubbio doppio intervento: a Palazzo Ducale per il completamento del manto di copertura, manutenzione delle strutture murarie e degli infissi area sottotetto (200mila euro) e al Teatro Romano e Antiquarium per manutenzione della struttura e dell’area verde, adeguamento spazi e impianti ai fini delle norme di sicurezza (45mila euro).

A Panicale lavori al Santuario della Madonna di Mongiovino, con il restauro dell’affresco della Madonna con Bambino e consolidamento strutturale con risanamento pilastro a sostegno della cupola (185mila euro).

A Perugia stanziati fondi per l’Accademia di belle arti per il fondo disegni, oltre 2mila pezzi dei secoli XVI-XVIII, con restauro e idoneo condizionamento dei disegni (30mila).

Sempre nel capoluogo interventi di manutenzioni straordinarie a Villa del Colle del Cardinale (450mila euro).

In Galleria nazionale dell’Umbria si interverrà per il consolidamento e restauro (175mila euro) più un secondo progetto di adeguamento impiantistico (190mila euro).

All’Archivio di Stato di Perugia si proseguirà nel restauro del catasto Gregoriano secoli XIX-XX (30mila euro).

A Narni progettato il restauro delle strutture antiche e recupero del contesto paesaggistico del Ponte di Augusto (560mila euro).

Ad Orvieto finanziato il restauro dell’altare ligneo del duomo (50mila euro) e previsto un intervento di consolidamento e restauro delle tombe, sistemazione dei percorsi e miglioramento dell’accessibilità, adeguamento strutturale, impiantistico ed espositivo dell’Antiquarium della Necropoli Cricifisso del Tufo (300mila euro).

A Spoleto stanziati soldi per la prosecuzione degli interventi di restauro di fogli membranacei di grande formato (30mila euro) e per il Museo archeologico nazionale e Teatro romano per i lavori di miglioramento sismico, consolidamento e ripristino dei settori del complesso, ristrutturazione degli spazi, valorizzazione, adeguamento strutturale e impiantistico, abbattimento barriere architettoniche, manutenzione e valorizzazione (300mila euro).

L’Area archeologica di Carsulae sarà interessata da lavori di riallestimento dei locali di deposito del materiale archeologico (240mila euro).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Beni culturali, dal Governo oltre 3 milioni per interventi, restauri e valorizzazione. All'Umbria quasi il 2% del fondo ministeriale

PerugiaToday è in caricamento