rotate-mobile
Sabato, 28 Gennaio 2023
Attualità

Avvocati al voto - Ecco la lista "Avvocati per l'avvocatura", Laura Modena: "Competenze al servizio dei colleghi"

Nel programma l'attuazione delle riforme e la "Cittadella giudiziaria": "Vigileremo per non finire in uno 'scantinato' come per il Tribunale penale"

Gli avvocati perugini sono chiamati a rinnovare il Consiglio dell’Ordine nella seconda metà di gennaio. Sono due le liste scese in lizza per eleggere i 20 consiglieri e il presidente.

“Avvocati per l’avvocatura”, guidata da Laura Modena, ha presentato programma e candidati, per una “lista trasversale, per comporre la quale ci siamo scelti in base a competenze in vari settori, in modo che ogni iscritto possa avere un referente cui rivolgersi – dice Laura Modena - Pensiamo al Consiglio come a un organo che lavora per gli iscritti, in base alle loro esigenze, guardando ai giovani avvocati, quella più in difficoltà dopo la pandemia, nel pieno della crisi, alle prese con le tante problematiche senza uno studio solido alle spalle, come a quelli di altri fori”.

Il prossimo Consiglio dell’ordine degli avvocati di Perugia avrà molto lavoro da fare, “a cominciare dai rapporti con gli uffici giudiziari, sfilacciati dalla pandemia, con difetti di comunicazione che si ripercuotono sulla quotidianità del nostro lavoro – prosegue Modena - Serve un confronto costante e aperto con la magistratura, gli uffici giudiziari e le associazioni di avvocati, nell’ottica di rendere un miglior servizio agli iscritti e ai cittadini. Per questo abbiamo un calendario di incontri in tutto il territorio dell’Ordine di Perugia”.

Nel programma della lista si guarda con attenzione alle riforme della giustizia che diventeranno operative dal 1° gennaio, “riforme epocali che incideranno sul funzionamento degli uffici giudiziari e sul lavoro degli avvocati – dice ancora Modena – Che imporranno un onere di formazione, magari in collaborazione con l’Università degli studi di Perugia, e di aggiornamento molto stringente”.

Altro capitolo è quello della “Cittadella giudiziaria”. “Un progetto inserito nel Pnrr, ma già sappiamo che il cronopragramma prevede le prime consegne nel 2026 – prosegue Modena – È necessario interloquire costantemente con il Demanio e monitorare cosa verrà fatto di volta in volta, per evitare di ritrovarsi in uno scantinato come per il Tribunale penale”.

Un ultimo cenno al simbolo scelto per rappresentare la lista: un faro. “Scelto come simbolo perché dobbiamo essere un punto di riferimento, saldo anche in momenti di difficoltà, per tutti gli associati – conclude Modena - Siamo tutti avvocati e lo facciamo per gli avvocati, abbiamo intenzione di mettere a disposizione degli iscritti il nostro tempo e le nostre competenze”.

I candidati consiglieri sono, con i rispettivi settori di comptenza: Cristina Zinci, settore penale; Agnese Franceschini, settore civile; Silvia Ceppi, mediazione e civile; Maria Cristina Ciace, penale e diritto di famiglia; Chiara Cardella, diritto di famiglia; Aurelio Pugliese, settore civile; Alessandro Formica, diritto amministrativo ed esperto in formazione; Francesco Crisi, settore penale; Salvatore Adorisio, settore penale e previdenza; Nicola Marcinnò, settore penale; Andrea Migliarini, procedure concorsuali e impresa; Antonio Coaccioli settore civile, esecuzioni e associazioni forensi nazionali e internazionali; Elisa Martinelli, settori penale e civile.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Avvocati al voto - Ecco la lista "Avvocati per l'avvocatura", Laura Modena: "Competenze al servizio dei colleghi"

PerugiaToday è in caricamento