rotate-mobile
Volley

Volley femminile. 3M Perugia, una stagione che non va buttata via

Nonostante la retrocessione in B1, la formazione umbra ha messo in mostra delle buone individualità

Una stagione difficile e per certi versi tribolata trova però un finale dolce. La 3M Pallavolo Perugia centra la quinta vittoria in Pool salvezza battendo al PalaPellini per 3-1 il Club Italia nell’ultima gara stagionale (21-25, 25-22, 25-18 e 25-22 i parziali). Con questi tre punti le biancorosse hanno condannato all’ultimo posto proprio le azzurrine, scavalcandole e chiudendo così a quota 24 punti. Grazie alla contemporanea sconfitta di Marsala con Albese, le ragazze di Marangi riescono anche a posizionarsi al terzultimo posto. In termini di campionato non significa molto (la certezza della retrocessione in B1 è arrivata già nel match di andata col Club Italia), ma significa tanto per le atlete perugine, brave a non mollare mai e a rialzare la testa in questo finale con orgoglio e coraggio. Capitan Pero e compagne hanno onorato alla grande un torneo che le ha viste martoriate dalla sfortuna.

L’infortunio al ginocchio di Dalla Rosa nella seconda giornata di regular season e quello di Traballi nel pre-campionato (recuperata al 100 % solo in questa Pool salvezza) hanno fortemente limitato le potenzialità di un roster con tante atlete alla prima esperienza nella seconda categoria nazionale e che hanno fisiologicamente avuto bisogno di un periodo di adattamento. Un plauso va fatto a tutte, a partire dalla perugina doc della squadra, Marta Pero, punto di riferimento anche dalla panchina e sempre pronta a metterci la faccia anche nei giorni più scuri. Brave le sue compagne di reparto Michela Negri e Emanuela Agbortabi, partite in sordina e arrivate al traguardo dopo aver dimostrato di poter giocare con grande merito in A2. Brava la palleggiatrice Miriana Manig, autrice di un percorso di crescita tecnico e caratteriale più che notevole.

La classe 2004 Patasce è stata subito chiamata a recitare un ruolo da protagonista visti gli infortuni delle compagne di reparto e, nonostante la giovanissima età, le gambe non gli sono mai tremate. Sempre tanti i punti messi a terra dall’opposto Lucija Giudici, alle prese ora con un infortunio al ginocchio. In bocca al lupo e buona guarigione. Il libero Rota è l’inossidabile ministro della difesa della 3M, sempre presente e sempre in campo a dare il 100 %. Salinas è la miglior realizzatrice della squadra e le sue prestazioni parlano prima di ogni commento. Traballi è una perla della pallavolo nostrana, un vero peccato l’aver dovuto fare a meno di lei per quasi tutto l’anno. Una citazione va anche a chi si è vista meno, ovvero Bosi, Stentella e Dalla Rosa.

E poi da evidenziare il lavoro di coach Marangi e del suo vice Severini che, insieme al resto dello staff tecnico, sono stati bravi a tenere le ragazze sempre sul pezzo anche quando lo scoramento sembrava poter prendere il sopravvento. Queste le ultime dichiarazioni di Marta Pero: “Con questo buon finale di stagione abbiamo dimostrato di possedere valori importanti, sia tecnici che umani. La retrocessione fa male, ma ci porteremo dietro questa stagione come un grande bagaglio di esperienza. Sono stata felice di condividere lo spogliatoio con compagne fantastiche. Il futuro? Per me la Pallavolo Perugia è casa, poi si vedrà”. Infine, le impressioni di Candela Sol Salinas dopo il 3-1 col Club Italia: “Non siamo riuscite ad ottenere il risultato che volevamo, ma a livello personale questa stagione la ricorderò sempre con grande affetto. Questa città, questa società e queste persone di Perugia mi hanno accolto benissimo sin dai primi giorni e io posso solo ringraziare. Futuro di nuovo in Argentina? Sicuramente, visto che tra pochi giorni tornerò dalla mia famiglia”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Volley femminile. 3M Perugia, una stagione che non va buttata via

PerugiaToday è in caricamento