Domenica, 21 Luglio 2024
PROVINCIA Città di Castello

"Giorno del Ricordo”: studenti collegati per una riflessione sulla tragedia delle Foibe

Alla biblioteca Carducci testi scelti per approfondire la vicenda storica

In occasione del “Giorno del Ricordo”, il Comune tifernate promuove per giovedì 10 febbraio un’iniziativa realizzata in collaborazione con la Fondazione Hallgarten-Franchetti, riservata agli istituti scolastici secondari di secondo grado.

A partire dalle 9 gli studenti delle scuole superiori del comune, collegati in diretta streaming con la sala del consiglio comunale di piazza Gabriotti, avranno l’opportunità di approfondire la tragedia delle Foibe insieme agli assessori Letizia Guerri e Michela Botteghi, al direttore della Fondazione Hallgarten-Franchetti Fabrizio Boldrini e a Dino Renato Nardelli, docente dell’Università degli Studi di Perugia e rappresentante dell’Isuc (Istituto per la Storia dell’Umbria Contemporanea).

“Una tragedia dimenticata per molto tempo che abbiamo il dovere di ricordare, per costruire una memoria condivisa che superi i muri contro ogni tipo di discriminazione”, dichiara l’assessore Guerri, sottolineando che “verrà dato ampio spazio al contributo degli studenti, con i rappresentati d’istituto che, a nome dei compagni collegati, potranno rivolgere domande al professor Nardelli in presenza nell’aula consiliare”.

“Con le iniziative del Giorno della Memoria e del Giorno del Ricordo – prosegue Guerri - abbiamo scelto di raggiungere tutti gli studenti, compatibilmente con le restrizioni imposte dalla pandemia, sfruttando le nuove tecnologie per fare in modo che ogni scuola e ogni ragazzo potessero collegarsi in contemporanea nello stesso giorno, condividendo opportunità di confronto, conoscenze e materiali didattici che resteranno a disposizione degli istituti per gli approfondimenti in classe”.

“Anche la Biblioteca comunale Carducci - aggiunge l'assessore Botteghi - parteciperà allo spirito con cui è stato istituto il Giorno del Ricordo, allestendo uno scaffale con testi che riguardano un dramma della storia emblematico della banalità del male e di come sia necessario avere sempre una coscienza vigile verso ogni forma di violenza”.

“Tutti i cittadini e soprattutto i giovani, che più difficilmente possono conoscere il contesto e le motivazioni delle vicende che ebbero per teatro l'Istria e la Dalmazia, avranno così la possibilità di conoscere meglio questa pagina della storia nella nostra biblioteca, che fino ad aprile sarà aperta anche la domenica pomeriggio".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Giorno del Ricordo”: studenti collegati per una riflessione sulla tragedia delle Foibe
PerugiaToday è in caricamento