rotate-mobile
Sabato, 18 Maggio 2024
Politica

VERSO LE AMMINISTRATIVE | Margherita Scoccia allarga la coalizione, conquista nuove adesioni e ora manca solo il via formale

Il centrodestra non vuol rinunciare a Progetto Perugia ma se rottura ci sarà.... la Scoccia pronta a varare anche una lista tutta sua

Non si torna più indietro e quindi tra pochi giorni, dopo il via libera pro-forma del centrodestra nazionale, Margherita Scoccia, architetto ed attuale assessore all'urbanistica, sarà il candidato a sindaco ufficiale di una coalizione perugina che vuole portare avanti il "buon governo" dell'ex giovin sindaco Andrea Romizi, inaugurare la mille opere progettate e finanziate in questi 10 anni e aprire nuovi dossier per la Perugia 2035.

Margherita Scoccia sta vincendo la sua battaglia riuscendo ad allargare sempre di più il perimetro dei centrodestra verso il centro e dopo aver distrutto il Terzo Polo perugino andando a conquistare l'appoggio di italia Viva di Emanuela Mori. Ma la svolta è arrivata anche dall'adesione di  importanti esponenti di Progetto Perugia, il movimento centrista che alle ultime amministrative aveva superato il 15% e che oggi, almeno una parte, vorrebbe come candidata a sindaco Edi Cicchi anche al costo di rompere l'alleanza.

Ma salvo cambiamenti dell'ultima ora, forte anche dei sondaggi, Margherita Scoccia - esponente di Fratelli d'Italia e fortemente voluta dai 40enni d'oro del centrodestra Prisco. Romizi e Squarta - non può essere ormai più messa in discussione dopo aver attirato intorno al suo progetto di Governo nuovi alleati, nuovi movimenti civici e partiti fino a ieri fuori dalla galassia ora guidata dal Premier Giorgia Meloni.

La Scoccia, come gran parte degli alleati seppur non tutti, vuole continuare a trattare senza sosta l'appoggio di Progetto Perugia ma se non ci saranno le condizioni allora la candidata metterà in campo anche una sua lista civica per chiudere il cerchio della coalizione. Anche perchè i candidati non mancano: scalpitano quelli di Civitas, il movimento dell'assessore regionale Agabiti e altri nomi importanti della cultura e del mondo del lavoro perugino. 

Al momento più no che sì la candidatura del sindaco uscente Andrea Romizi che sta preparando una super-lista di Forza Italia - dentro gli assessori Numerini, Giottoli e il vice-sindaco Tuteri - con tanto di nome che prende metà simbolo "Romizi" per attirare i simpatizzanti del sindaco che non hanno già un partito politico o una lista ben definita nel cuore e quindi da votare. Romizi vorrebbe lavorare da dietro per poter indirizzare i voti verso i candidati. Prossima tappa per l'ex sindaco sarà certamente una candidatura alle regionali. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

VERSO LE AMMINISTRATIVE | Margherita Scoccia allarga la coalizione, conquista nuove adesioni e ora manca solo il via formale

PerugiaToday è in caricamento