rotate-mobile
Domenica, 23 Giugno 2024
Politica

"La città che noi vogliamo": nelle scuole di Perugia per insegnare legalità e radici

Il progetto anche per il 2016 sarà riproposto nelle scuole il calendario di appuntamenti di approfondimento sui temi della giustizia e di confronto con i protagonisti della lotta alla criminalità

"La città che noi vogliamo": è il titolo del progetto civico realizzato dall’associazione Green Heart, in collaborazione con il Comune di Perugia, per promuovere la cultura della legalità nelle scuole elementari e medie della città. Dopo il successo delle passate edizioni, anche per il 2016 sarà riproposto nelle scuole il calendario di appuntamenti di approfondimento sui temi della giustizia e di confronto con i protagonisti della lotta alla criminalità e della tutela della legalità, al fine di sensibilizzare i ragazzi su questi argomenti, creare occasioni di confronto intergenerazionale e stimolare alla cittadinanza attiva.

Il progetto vero e proprio sarà realizzato a partire da settembre 2016 con l’avvio del nuovo anno scolastico, ma già durante questo in corso ci saranno incontri e occasioni di confronto per i piccoli studenti. Sono previsti anche gruppi di lavoro su temi specifici, sperimentazioni di attività politica con simulazione di rappresentanza e formulazione di proposte agli organi politici e amministrativi della città

Crescente è anche il numero delle scuole che hanno aderito al progetto: per il prossimo anno, infatti, hanno confermato la partecipazione le scuole elementari e medie del II e III Circolo di Perugia e degli Istituti comprensivi Perugia 1, 5, 7, 9 e 12. Nel presentare il progetto, il Presidente dell’Associazione Chifari ha tenuto a sottolineare che è dalle scuole che si deve partire per migliorare la società, sensibilizzando le nuove generazioni.

Punto sul quale sia la dirigente Ubaldi, a nome degli altri dirigenti, che il dott. Miccichè si sono soffermati, sostenendo che è necessario recuperare i valori civili e, soprattutto, stimolare il ragazzi a farlo, a credere che sia possibile. Anche l’Assessore Wagué, in conclusione di conferenza, ha sottolineato la necessità di ripartire dal basso, di creare occasioni di socializzazione per i ragazzi che stimolino il confronto tra di essi ed è fondamentale farlo a scuola, riconoscendole così un ruolo educativo importante.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"La città che noi vogliamo": nelle scuole di Perugia per insegnare legalità e radici

PerugiaToday è in caricamento