A Pozzuolo Umbro si apre la mostra "Fantasy, dove tutto è possibile"

Si tratta – spiega il critico d’arte Andrea Baffoni – di un’installazione allestita nell’area del garage, vecchia rimessa agricola

Il critico d'arte, e artista lui stesso, Andrea Baffoni

Pozzuolo Umbro. Una mostra fantastica, veramente… Fantasy. S’inaugura sabato prossimo, in Palazzo Moretti, alle 18:00. Ce ne dà notizia Claudio Monellini, presidente della Associazione intestata al nome e alla memoria dello scienziato pacifista Franco Rasetti, nato appunto in quel paese.

La mostra s’intitola “Fantasy, dove tutto è possibile” e si tratta – spiega il critico d’arte Andrea Baffoni – di un’installazione allestita nell’area del garage, vecchia rimessa agricola.

Qualcosa di rustico, di sorprendente?

“Ha certamente il sapore dell’incognita, offre la possibilità di incontrare oggetti d’arte e artigianato. Reperti di storia, modelli di un tempo, elementi di creatività contemporanea, intuizioni o semplici esperimenti”.

Quale il tema?

Spiega Baffoni: “Non c’è nessun tema a sorreggere tutto, ma una sorta di “tendenza al riordino”, la voglia di testimoniare e stimolare, senza per forza dover insegnare qualcosa, ma lasciando al pubblico la possibilità di domandarsi cosa tutto questo possa significare”.

Tu come c’entri, oltre che come critico?

“Come sai, ho dei trascorsi come artista e porterò in mostra dei miei prodotti della cui esistenza mi ero addirittura dimenticato”.

Questa mostra cosa documenta?

“Scopo  dell’installazione  è permettere a ognuno di lasciarsi liberamente trasportare dalle emozioni e vivere autonomamente l’incognita della scoperta, ritrovando magari qualcosa di sé o forse  scoprendo qualcosa che un giorno potrebbe diventare ricordo significativo”.

Sospesa tra sogno e realtà?

“Nasce all’insegna del ‘tutto è possibile’. Infatti, quando a guidarci è l’immaginazione, e ogni volta che gli esseri umani hanno messo in pratica ciò che avevano immaginato, è diventato possibile ciò che prima era sembrato solo un sogno”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tra sorpresa e sogno, documento e decantazione della realtà nelle celle della memoria individuale e collettiva. Una mostra sicuramente da vedere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un borgo umbro tra i 20 paesi più belli d’Italia del 2020 scelti da Skyscanner

  • IMPORTANTE E' stato ritrovato a Perugia un Gatto del Bengala: si cerca il proprietario

  • "Aiutatemi", ragazzo trovato nella notte legato a un albero: indagano i carabinieri

  • INVIATO CITTADINO Alle sei del mattino due giovanissimi dormono davanti alla vetrina di un negozio: chiamata la Polizia

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 14 settembre: tutti i dati comune per comune

  • INVIATO CITTADINO Perugia, città (ab)usata senza ritegno… nell’indifferenza generale

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento