rotate-mobile
Domenica, 26 Maggio 2024
Concerti

L'Umbria che spacca, colazione al Garden stage

Torna l'appuntamento mattutino del festival, i protagonisti

Dopo il successo dello scorso anno, torna a “L’Umbria che spacca” l'unico palco in grado di far puntare la sveglia alle 5:30 del mattino. Nelle giornate del 30 giugno, 1 e 2 luglio, il pubblico del festival (Perugia, 29 giugno – 2 luglio 2023) potrà ammirare le prime luci della giornata nel ritrovato Garden Stage (Orto Medievale dell'Università degli Studi di Perugia, all'interno del Complesso monumentale di San Pietro) in compagnia della musica di Generic Animal, Giovanni Truppi e Melancholia.

A due passi dal Main Stage dei Giardini del Frontone, ci si potrà immergere nuovamente in una magica oasi verde dove ammirare l'alba, fare colazione in compagnia di artisti incredibili e scoprire i segreti dell'Orto Medievale insieme al FAI Giovani sezione di Perugia. La chicca di quest'edizione? L'area Hatha yoga e meditazione a cura di Luna Di Lisio (tappetino yoga a carico dei partecipanti).

Venerdì 30 giugno si inizia con Generic Animal, lo pseudonimo e progetto solista di Luca Galizia. Sarà così un risveglio costruito tra sonorità trap che si fondono con il math-rock, echi emo che sconfinano nel post-rock, sfumature soul/r’n’b e un’attitudine hip hop.

Sabato 1 luglio è atteso invece Giovanni Truppi, cantautore napoletano che da sempre insegue le infinite possibilità del suono, delle parole, dell’arte. La sua visione creativa è volta a plasmare mondi sonori originali e sempre in evoluzione, sopra e oltre ogni tentativo di catalogazione.

Domenica 2 luglio torna a calcare un palco del festival, dove si è esibito in passato più volte, anche il trio umbro Melancholia. Dalla forte identità musicale, il loro mix di energia ed espressività che non lascia indifferenti li ha inseriti tra i protagonisti della scena musicale italiana.

Questo il timing delle tre mattine al Garden Stage: ore 6, apertura ingresso all'area del Garden Stage; ore 6:30, Hatha yoga e meditazione insieme a Luna Di Lisio e apertura servizio bar colazione (alternative vegane disponibili); ore 7:00, apertura ingresso area live; ore 7:30, Inizio live; ore 8:30, visita guidata insieme a FAI Giovani – Perugia.

Il ticket per i posti limitati è già disponibile sul sito del festival e ha un costo di 5 euro, colazione inclusa, in collaborazione con CAMS - Centro di Ateneo per i Musei scientifici, e ti consente di partecipare a tutte le attività della mattina (ma non obbligatoriamente a tutte!).

Si arricchisce quindi il cartellone della decima edizione de “L’Umbria che spacca” con nuovi nomi dopo quelli già annunciati per il cartellone dei concerti sul palco dei Giardini del Frontone. Qua sono attesi Lo Stato Sociale e Nobraino (29 giugno), Fabri Fibra (30 giugno), Verdena (1 luglio), “Rebel Sunday - Pop punk is not dead” (2 luglio ad ingresso gratuito con i protagonisti del pop-punk italiano come Finley, Naska, dARI e Lost).

Infine, c’è ancora tempo fino al 31 maggio per iscriversi alla sesta edizione del “COOP Music Contest”, in collaborazione con Coop Centro Italia, il concorso dedicato a band, solisti e producer umbri, o che svolgono principalmente attività musicale in Umbria, per dare la possibilità di esibirsi con la loro musica originale in apertura agli headliner del festival.

“L’Umbria che Spacca” è ideato, sviluppato e promosso dalla Roghers Staff Associazione di Promozione Sociale (APS).

L’edizione 2023 è realizzata con il contributo di Regione Umbria, Comune di Perugia, e con il patrocinio di Galleria Nazionale dell’Umbria, Direzione Regionale Musei Umbria, Università degli Studi di Perugia, Adisu Umbria, Fai - Fondo Ambiente Italiano Delegazione di Perugia, Fai - Fondo Ambiente Italiano Giovani Delegazione di Perugia.

Prosegue anche quest’anno la partnership con Radio Subasio ancora radio ufficiale dell’evento.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Umbria che spacca, colazione al Garden stage

PerugiaToday è in caricamento