Giovedì, 18 Luglio 2024
Concerti Spoleto

Casa Menotti ospita la XIX edizione del prestigioso Festival Pianistico di Spoleto

Si aprirà sabato 31 gennaio, la nuova edizione del festival Pianistico di Spoleto, che anche quest’anno verrà ospitato nella suggestiva cornice di Casa Menotti. Il ricco programma del Festival vedrà, tra gli altri, un concerto omaggio al grande compositore russo Alexander Skrjabin, di cui quest’anno ricorre il centenario dalla morte

Anche quest’anno Spoleto aprirà le porte di uno dei palazzi cinquecenteschi più belli dell’Umbria per dar vita alla diciannovesima edizione del Festival Pianistico, che vedrà alternarsi, nella prestigiosa sede di Casa Menotti, i sublimi interpreti italiani della musica.

Fino a settembre la città ospiterà quindici appuntamenti, 31 concerti che spazieranno da Bach e Chopin fino a Battiato e De André, per passare attraverso composizioni di autori contemporanei come Luigi Dallapiccola e Stefano Bracci, musiche di pianisti-compositori dei nostri giorni quali Egidio Flamini e Stefania Surace.

Il concerto inaugurale del festival, previsto per sabato 31 gennaio, vedrà esibirsi, in un particolarissimo progetto musicale, la splendida voce di  Elisabetta Pallucchi, insieme al pianista e compositore spoletino Egidio Flamini; una serie di canzoni d’amore tratte dal repertorio della musica leggera italiana trasformate in brani per mezzosoprano e pianoforte. L’appuntamento è per le 16 con replica alle 18, e domenica1 febbraio.

Da sabato 21 Febbraio, poi, prenderà il via un programma nel programma dal titolo Musiche di Egidio Flamini Reload, una fortunata serie di concerti che il pianista ha proposto in prima edizione tra l’ottobre 2013 e l’aprile 2014 e che, a grande richiesta di pubblico, vengono ripresentati in seconda edizione, con diverse e interessanti modifiche e aggiunte. Una serie di concerti in cui il pianista e compositore ripercorrerà tutta la sua storia musicale, dagli esordi fino ai progetti futuri, eseguendo in ordine di uscita tutti i suoi sei album fin qui pubblicati.

Il concerto omaggio al celebre Alexander Scrjabin, il “mistico” compositore e pianista che catturò l'attenzione del mondo musicale russo, sarà affidato, sabato 9 maggio, al pianista Alessandro Bistarelli, già lo scorso anno ospite del Festival con un progetto dedicato allo stesso autore e alla sua musica visionaria. Il progetto, ampliato in produzione discografica, verrà presentato proprio durante il concerto.

Anche il pianista Massimo Severino, omaggerà il musicista russo (sabato 5 settembre) con il suo Recital in blu minore.

La pianista compositrice Stefania Garella, presenterà, sabato 23 maggio, il suo album di esordio “Fatamorgana”: «è quell’effetto ottico che ha il potere di rendere tutto più fluido – spiega l’autrice – accorciando le distanze tra l’oggetto osservato e lo sguardo di chi osserva. E così fa anche la musica. Si comporta come una specie di fatamorgana, creando il contatto con gli altri, restituendoci ai nostri cuori».

Da segnalare anche l’atteso concerto della pianista spoletina Simona Granelli, allieva dei Maestri Eduardo Hubert, Joaquin Achucarro, Aquiles Delle Vigne, che si esibirà al festival sabato 30 maggio. Emozionerà con un bel programma fatto di delicate interconnessioni, spaziando da Bach al contemporaneo Stefano Bracci, attorno alla cui composizione, Frammenti del bianco, ruoteranno tutte le altre proposte in questo concerto, al quale la pianista ha voluto dare il titolo “Déjà vu”.

Al termine di ciascun concerto verrà inoltre servito un aperitivo nella terrazza d'onore di Casa Menotti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Casa Menotti ospita la XIX edizione del prestigioso Festival Pianistico di Spoleto
PerugiaToday è in caricamento