menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sisma, quando la cattiva informazione uccide il turismo: "Il Ministro intervenga per risollevare il comparto umbro"

La coordinatrice di FI in Umbria, On. Catia Polidori, ha sollecitato il Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo ad assumere iniziative urgenti per aiutare l'economia locale a risollevarsi

"Come si intende intervenire per aiutare la ripresa del comparto turistico umbro, messo in ginocchio dai danni diretti del sisma e da quelli indiretti, parimenti gravi, provocati anche da una errata e fuorviante comunicazione, che fa sembrare la nostra regione interamente terremotata e insicura ? ".

La coordinatrice di FI in Umbria, On. Catia Polidori, ha sollecitato il Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo ad assumere iniziative urgenti per aiutare l'economia locale a risollevarsi. "Il drastico calo dei visitatori - ha fatto notare la parlamentare azzurra - ha interessato non solo i piccoli borghi nei pressi dell'epicentro del terremoto, ma anche il capoluogo di Perugia e città come Assisi, Todi, Spoleto per le quali il turismo è una risorsa tutto l'anno e persino Terni. Aree che di fatto non sono state colpite dal sisma, ma che nell'immaginario collettivo sono avvertite come luoghi «da evitare».

La cattiva informazione sul sisma, l'appello della Regione: "Tornate, tante iniziative e il 95% dell'Umbria è in piedi"

Le iniziative locali come quelle intraprese dal Comune di Perugia in collaborazione con Federalberghi non possono bastare - ha concluso la Polidori -  E' urgente intervenire con massicce campagne mediatiche su scala nazionale e internazionale, mobilitare energie e risorse per organizzare eventi, incontri che portino gente in Umbria e nelle regioni colpite. Il cuore d'Italia deve continuare a pulsare". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento