L'Umbria che vince, l'Agenzia spaziale europea stregata dalla perugina "RF Microtech"

L'azienda umbra, spin off dell'Università degli Studi di Perugia, è specializzata nella realizzazione di componentistica elettronica innovativa per lo spazio

L'Umbria che cresce e sfida i mercati internazionali mette a segno un altro, importante, colpo con la visita ufficiale di una delegazione dell’Agenzia Spaziale Europea (ESA) presso l’azienda perugina RF Microtech, spin off universitario costituito nel 2007 e specializzato in tecnologie a microonde e radiofrequenze, con clienti come Huawei, Leonardo, ThalesAleniaSpace, Elettronica spa, MBDA, IMA, Ericsson ecc.

Si è trattato di un meeting bilaterale cui hanno partecipato i vertici dell’azienda e i rappresentanti di ESA: Dietmar Schmitt, Head of Technologies and Products Division, Domenico Mignolo, Head of Ground and User Segment Technologies & Products Section e Fabrizio De Paolis, Director of Telecommunications and Integrated Applications. Fin dalla sua fondazione, infatti, RF Microtech collabora con ESA nell'ambito del programma ARTES AT-Advanced Technology, il principale programma dell'Agenzia Spaziale Europea per lo sviluppo delle comunicazioni satellitari.

Attraverso il Programma di Esa, RF Microtech ha portato a compimento numerosi progetti di ricerca che hanno permesso all'azienda di sviluppare componentistica elettronica innovativa per lo spazio, in particolare nel settore delle antenne satellitari in mobilità, filtri e circuiti a radiofrequenza per comunicazioni satellitari.

“L’incontro – sottolinea Roberto Sorrentino fondatore e presidente di RF Microtech - rappresenta un riconoscimento 'della storia di successo' della RF Microtech, in questi anni di collaborazione produttiva, sviluppatasi fin dal 2008 in collaborazione con ESA, alla quale RF Microtech è estremamente grata per il sostanziale e sicuro sostegno offerto”.

RF Microtech opera nel settore delle tecnologie a radiofrequenza e microonde, progettando e sviluppando prodotti personalizzati (come antenne, dispositivi e apparati elettronici a radiofrequenza) per industrie e integratori di sistema, applicati a una vasta gamma di settori che vanno dalle comunicazioni satellitari, ai radar, ai sensori per applicazioni industriali, sistemi di posizionamento, logistica, utilizzando anche tecnologie elettroniche innovative.

Costituita nel 2007 dietro la spinta del professor Roberto Sorrentino, docente di Campi elettromagnetici alla Facoltà di Ingegneria dell’Università degli Studi di Perugia, RF Microtech ha messo a frutto le esperienze di anni di ricerca sviluppate dal gruppo all’interno dell’Università.

Nel 2017 l’azienda, partita da due locali all’interno dell’Università, ha inaugurato una nuova sede nella zona industriale di Sant’Andrea delle Fratte, nella quale hanno trovato posto, a fianco delle tre unità di progettazione, l’area dedicata alla produzione e ai test di antenne piatte satellitari.

Con una compagine sociale rinnovata con cinque soci (in luogo dei tre originari), l’azienda può contare su 24 dipendenti con un altissimo profilo professionale, oltre a collaborazioni universitarie che mantengono saldamente stretto il legame con l’attività di ricerca.

Potrebbe interessarti

  • Igiene del letto, quante volte cambiare le lenzuola?

  • Come richiedere gli assegni familiari nel 2019 e chi ne ha diritto

  • Cuocere i cibi in lavastoviglie: non solo moda, ma ecologia e convenienza

  • Invasione di formiche, come eliminarle con i rimedi naturali

I più letti della settimana

  • Tragedia all'alba, donna di 46 anni muore sotto al treno: indagini in corso

  • Umbria, tragedia lungo la strada: l'auto si schianta contro un albero, muore a 36 anni

  • Luca sparisce nel nulla, poi il lieto fine: "E' stato ritrovato, grazie a tutti"

  • Tragico Erasmus, studente spagnolo si tuffa in piscina e muore sotto gli occhi degli amici

  • Castiglione del Lago, schianto all'alba: ferita una ragazza

  • Tragedia in Umbria: non rispondeva alla vicina, trovata morta in casa

Torna su
PerugiaToday è in caricamento