menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Foligno, al via l’impianto a biometano: energia e carburante dalla frazione organica dei rifiuti urbani

Il sistema impiantistico si compone di due sezioni: una per la produzione di compost di qualità, che già dalla prossima settimana inizierà a ricevere i rifiuti umidi e la frazione verde (sfalci e potature) raccolti nei comuni gestiti, e una sezione per la produzione di biometano, che sarà completata e attivata entro fine anno. Le due sezioni sono distinte ma progettate per operare sia in modo autonomo dal punto di vista funzionale, sia in modo integrato. Il risultato è un sistema completo di trattamento e gestione del rifiuto. L’impianto è provvisto di un digestore completamente sigillato entro il quale i rifiuti organici vengono trasformati in biogas attraverso un processo che avviene in totale assenza di ossigeno e, quindi, di odori. Va comunque evidenziato che l’impianto è dotato di un sistema di captazione e trattamento delle emissioni odorigene e di un programma di controllo e monitoraggio costante del processo.

“Siamo molto soddisfatti di dare avvio a questo impianto che ci consentirà di chiudere il cerchio della raccolta dell’organico in maniera certamente efficace e ridurre l’impatto ambientale, in particolare le emissioni odorigene – che verranno totalmente eliminate - dell’attuale struttura” afferma il Presidente di Valle Umbra Servizi Maurizio Salari e aggiunge “Questo impianto è un esempio eccellente di come la partnership tra soggetti pubblici e privati possa proficuamente realizzare importanti risultati. Il nuovo impianto consente di raggiungere l’autosufficienza e di gestire il ciclo dei rifiuti in autonomia, evitando di inviare altrove i rifiuti non trattati, con evidenti risparmi per la collettività”.

La produzione di biometano a partire dalla frazione organica dei rifiuti solidi urbani è la naturale evoluzione della valorizzazione energetica del biogas da discarica.”

“La giornata di oggi – sottolinea la presidente della Regione Umbria Catiuscia Marini –  è molto importante perché va nella direzione del rafforzamento di quegli impianti compatibili con l’ambiente e di un’economia circolare che ci permetteranno di superare sempre di più e definitivamente le discariche nella nostra regione. Si tratta di un impianto di grande qualità e tecnologia, fortemente innovativo che, ora al servizio soprattutto di questo sub ambito territoriale di competenza della gestione della VUS, folignate - spoletino, permetterà di gestire una quantità notevole di rifiuti umidi da cui esce compost e biometano, biogas. Ciò dà un contributo energetico fondamentale e di qualità ambientale anche sui temi dei trasporti”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cronaca

Come ti frego il pacco lasciato dal corriere… se non sei svelto a ritirarlo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento