menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Gli operai della Tagina dicono basta: sciopero e grande manifestazione in piazza

Troppi silenzi, troppe incertezze per continuare a lavorare senza certezza di uno stipendio. Si chiede trasparenza ai soci e di chiudere le trattative subito pensando al bene della città e delle famiglie

Sciopero, ancora sciopero e poi grande manifestazione in piazza con la richiesta che tutta la città sia presente e sodale. Gli operai della Tagina hanno rotto "le catene" e dopo un anno passato in perenne attesa di una vendita (che non c'è mai stata) in assemblea hanno deciso la linea dura: alzare la voce per cercare aiuto istituzionale e fare pressioni sui soci (gualdesi) a vendere le quote ai potenziali acquirenti. Ce ne sono addirittura due interessati che sono disposti ad incollarsi i debiti e rilanciare lo stabilimento gualdese che racchiude quel marchio Tagina che ai tempi d'oro vendeva in tutto il mondo e faceva scuola nell'ambito delle mattonelle d'arredo.

Tanto interesse, ma zero trattative concluse: perchè? Molti sono i malumori tra gli operai che da quasi tre mesi non prendono lo stipendio - in cassa solo un pezzo di tredicesima - e che sono stufi di tutto questo silenzio. A far saltare il banco dell'assemblea è stata la richiesta di far lavorare almeno gli operai del magazzino per inviare le ultime commesse programmate. La stragrande maggioranza ha detto no. Sciopero dunque confermato. La grande manifestazione Gualdo per la Tagina è prevista per lunedì prossimo e non è stato ancora deciso orario e programma.  

Aggiornamento: Gli operai della Tagina hanno deciso di mettere in piedi una grande manifestazione di Piazza alle ore 10 in Piazza Martiri il 21 gennaio prossimo. E' stato rivolto un appello a tutti i gualdesi: "Manifestate insieme a noi perchè la Tagina è di tutti, senza la Tagina l'impoverimento di Gualdo sarebbe ancora più drammatico".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento