rotate-mobile
Sabato, 18 Maggio 2024
Cucina Gualdo Tadino

Giochi de le Porte: premio miglior corteo: è San Benedetto la più bella. Pannacci e Matarazzi: "Ecco il nostro segreto"

Ecco la classifica ufficiale stilata dagli esperti chiamati dall'Ente Giochi de le Porte

Intorno alle 13 di questa domenica, giorno della Sfida per il Palio 2023, arriva il primo verdetto di questi Giochi de le Porte: la Giuria - esperti storici e del costume - hanno assegnato la vittoria come miglior corteo a Porta San Benedetto. Si tratta del secondo riconoscimento come miglior gruppo sfilata per la Porta dei Priori Marco Pannacci e Stefania Comodi. Che San Benedetto fosse tra i favoriti lo si è capito ieri sera quando carri, vestiti e scenografia sono stati accolti da veri e propri boati dal pubblico. Grande festa dunque per il gruppo capitanato da Cristian Matarazzi e dal capo-carrista Michele Bazzucchi e dal costumista Stefano Bensi. Questa la classifica ufficiale: al secondo posto San Martino, terzo San Donato, quarto San Facondino.

Una classifica con molte sorprese: in primis quella di Martino che ottiene un secondo posto importante. L'altra sorpresa riguarda il popolo dei giallo-verdi: i detentori del maggior numero di vittorie del Corteo storico. Un quarto posto inaspettato. Bisognerà leggere con attenzione le valutazioni della Giuria. C'è da dire che il dominio di San Benedetto secondo la Giuria è stato netto: ha ottenuto 30 punti su 30. Il massimo, l'eccellenza. San Benedetto ha rappresentato “La Bottega d’Arte nel XV secolo”. L’esperienza di Andrea di Michele di Francesco di Cione detto Verrocchio (Firenze, 1435 circa – Venezia, 1488). Ecco i temi delle altre Porte: San Donato – “Sant’Antonio Abate: il culto e la festa”, San Martino: “Mappa mundi di Fra Mauro: strumento della cartografia del ‘400” e San Facondino. “L’Umbria fertile per le terre ubertose mi ha generato”. Paesaggi e folclori umbri nel XV secolo.

"Un risultato meritato e lungamento cercato con fatica" ha affermato Cristian Matarazzi, responsabile di tutto il gruppo "San Benedetto può contare su un immenso capitale umano impiegato è nato e cresciuto intorno a valori di amicizia, abnegazione, solidarietà, sacrificio, inesauribile voglia di imparare e migliorare.Non abbiamo professionisti ma tanti Studenti, insegnanti, muratori, operai, sanitari, impiegati, ingegneri, geometri, commercianti, che si spogliano delle proprie singole realtà quotidiane per immergersi completamente in mestieri difficili e dimenticati, riuscendo a mettere in scena un vero e proprio spettacolo itinerante di ineguagliabile bellezza e suggestione.Il nostro gruppo è nettamente cresciuto in ricerca, attenzione al particolare ed ha saputo tradurre la storia in quadri che emozionano e che danno lustro alla nostra città".

Prima gioia per il Priore Marco Pannacci giunto alla fine del suo mandato triennale: "E' una gioia immensa vedere questo gruppo formato, da giovanissimi e adulti, raggiungere un risultato così bello, così importante. Come San Benedetto, come Priori, abbiamo fortemente creduto in questo progetto che siamo riusciti a rappresentare nel migliore dei modi. Il nostro obiettivo era emozionare il nostro pubblico e ci siamo riusciti. Oggi la Giuria ha ribadito che siamo stati i migliori in assoluto addirittura ottenendo 30 punti su 30. E' una vittoria che fornisce una grande carica ad una Porta che ha un grande potenziale ancora non del tutto sfruttato: e mi riferisco a tutti i settori. E adesso pensiamo al Palio".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giochi de le Porte: premio miglior corteo: è San Benedetto la più bella. Pannacci e Matarazzi: "Ecco il nostro segreto"

PerugiaToday è in caricamento