menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Abusano di una ragazzina di 13 anni, due amici di famiglia sotto processo. Indagata anche la madre

Uno avrebbe avuto rapporti sessuali con la minore nei bagni della comunità religiosa che frequentavano, l'altro quando era ospite della famiglia

Sesso o amore? Non importa se uno dei due è minore di 14 anni è reato. E per questo motivo due cittadini stranieri sono finiti sotto processo (erano anche stati arrestati nel 2013) a seguito della denuncia dei genitori di una ragazzina. I due uomini, avrebbero avuto “plurimi rapporti sessuali” con la ragazzina, minore di 14 anni, figlia di amici comuni.

Secondo il racconto fatto dalla giovane ai genitori la storia andava avanti da tempo. Non ci sarebbe stata violenza in quanto lei era consenziente; ma il reato si è consumato ugualmente perché la legge non prevede la possibilità di rapporti sessuali con minori di 14 anni. Il fatto acquista maggior gravità se si considera che i due imputati nigeriani, difesi dagli avvocati Barbara Romoli e Giuseppe De Meo, hanno più di 30 anni.

Il padre della ragazzina si è costituito parte civile tramite l’avvocato Alessandro Ciglioni, mentre la madre è stata indagata per non aver vigilato, anzi consentito che uno dei due imputati dormisse “insieme alla figlia, nella medesima camera da letto e nell’unico letto matrimoniale” consentendo di fatto “la realizzazione del reato” di violenza sessuale.

Uno dei due imputati, infatti, avrebbe abusato della ragazzina nel periodo in cui era ospite in casa dei genitori della vittima. L’altro, invece, per stessa ammissione della ragazzina, avrebbe avuto rapporti sessuali con lei nel bagno della comunità religiosa che frequentavano.

Ai margini della vicenda, però, emerge anche uno spaccato dell’ambiente in cui è cresciuta la ragazza, con familiari che hanno avuto problemi con la giustizia in quanto arrestati per spaccio di droga. La stessa giovane, inoltre, era stata protagonista di un’altra storia simile l’anno precedente, quando aveva denunciato sempre un connazionale per una storia d’amore o di sesso. Il giovane venne arrestato e poi rilasciato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento