menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Via Pinturicchio, è mistero sulla morte di un 27enne: "Studente modello e senza precedenti"

Massimo riserbo della Polizia che sta cercando di ricostuire le ultime ore di vita del giovane. Avvertita la famiglia per il riconoscimento ufficiale. Il dolore degli amici e della fidanzata

Le ultime ore di vita di M.A. - un 27enne della provincia di Viterbo ma domiciliato a Perugia prima per motivi di studio ed ora di lavoro - sono ancora tutte da scrivere e tutte da capire. Fondamentale sarà l'autopsia - già disposta per i prossimi giorni dal magistrato - per conoscere le cause dalla morte anche se l'ipotesi più probabile, secondo gli inquirenti, è quella di una potenziale overdose. Ipotesi ancora tutte da provare.

Il giovane era un ragazzo traquillo, incensurato e con zero segnalazioni alla Prefettura per eventuale uso di stupefacenti. Uno studente modello: laurea in giurisprudenza, un lavoretto part-time e, secondo quanto appreso da Perugiatoday.it, aveva dato pochi mesi fa l'esame per l'abilitazione alla professione forense. Anche per tutto questo la Scientifica e la Polizia sono rimasti per ore in silenzio, non fornendo dati e qualsiasi voce. Un insospettabile trovato privo di vita nel suo letto. Un malore? Un abuso di stupefacenti? O addirittura altro ancora? E' una di quelle storie dove non bisogna già scrivere facili e insopportabili conclusioni. Non lo merita il ragazzo, i suoi amici, la sua fidanzata e i genitori che sono stati avvertiti nel pomeriggio di oggi dalla Questura e avranno il terribile compito del ricoscimento ufficiale. L'unica certezza è che a dare l'allarme è stato un vicino di casa che si è imbattuto nel corpo privo di vita di M.A. 

Secondo quando ricostruito da PerugiaToday, il giovane avrebbe passato la sera prima  alcune ore fuori in centro con un amico. Verso le due di notte sarebbe rientrato in casa, probabilmente con lo stesso amico con cui avrebbe passato la serata  ed un vicino di casa. Lo stesso che , sempre secondo una prima ricostruzione, avrebbe dato l'allarme oggi  nel primo pomeriggio.

In mattinata la fidanzata del giovane, allertata dal cellulare che squillava a vuoto, ha avvisato il vicino di casa per chiedergli di verificare come mai non rispondesse. Il vicino, con cui per un periodo A.M. ha condiviso l'appartamento,  è riuscito ad entrare trovandolo privo di vita. 

La polizia e la scientifica stanno raccogliendo elementi per capire con chi abbia passato la serata, e se fosse stato in compagnia di qualcuno durante il malore. Tutte ipotesi ancora da accertare. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento