rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Cronaca

Paura in via Pinturicchio intorno alle 12: crolla blocco di cemento sulla strada vicino ad una scuola

L'intervento dei mezzi del Comune è stato tempestivo. Mediante un camion dotato di cestello telescopico, un addetto è salito, ha saggiato le parti malferme e ha proceduto alla demolizione di tutta la cornice superiore di un finestrone lungo diversi metri

Crolla un consistente blocco di una cornice cementizia dell’ex convento di San Tommaso, alla Pesa. Se fosse successo qualche decina di minuti dopo, avrebbe potuto colpire gli alunni in uscita dalla scuola media Ugo Foscolo. Ma avrebbe potuto anche cadere in testa a qualche unità del Corpo di polizia municipale che ha lì un ufficio, come ci conferma l’aver verificato, “de visu”, l’entrata all’interno dell’edificio da parte di una vigilessa che aveva alcune pratiche di servizio da espletare. Fatto avvenuto a qualche minuto di distanza dall’evento. Lo spavento è stato grande quando, intorno a mezzogiorno, è piombato a terra un consistente blocco di cemento della cornice di un finestrone.

Siamo in una zona storica della Pesa. Qui, in epoca fascista, ebbe sede il Circolo del Barillaro (nome di un eroico aviatore caduto nella guerra di Spagna del 1936), un circolo ricreativo in cui ci si riuniva per attività dopolavoristiche e ludiche, dall’ascolto della radio al gioco di carte, dagli incontri di boxe, al pattinaggio, alle feste da ballo. Qui ebbe dimora l’Onmi (Opera nazionale maternità e infanzia) per visite pediatriche, ritiro di latte in polvere e Befane popolari, quando il fascismo spingeva per la politica di incremento demografico. Una scritta sul frontale recita ancora

“Casa della madre e del bambino”. Un terrazzino in metallo porta, in ricordo di quei tempi, la simbolica ascia bipenne. Dopo il crollo del regime, qui si spostarono i circoli comunista e socialista. Ma in questi ampi locali ebbe sede anche la ex Prima Circoscrizione del Comune di Perugia e poi scuole, tante scuole. Negli anni Cinquanta, i computisti, poi le medie e tanto altro. Ormai da qualche decennio vi si trova la scuola media “Ugo Foscolo”. Ma, evidentemente, la sicurezza è un optional. Se è vero che da anni si dice di intervenire e consolidare.

Via pinturicchio, crolla pezzo di cemento i strada

Le grandi finestre sul latto via Pinturicchio hanno delle enormi cornici in cemento che vogliono simulare finiture in pietra. Secondo lo stile magniloquente dell’architettura razionalista dell’epoca. Da tanti anni sono malandate e in predicato di caduta. Cosa che, in tarda mattinata, si è appunto verificata. Ma anche le finte colonne all’ingresso sono sfarinate e bisognose di restauro. L’intervento dei mezzi del Comune è stato tempestivo. Mediante un camion dotato di cestello telescopico, un addetto è salito, ha saggiato le parti malferme e ha proceduto alla demolizione di tutta la cornice superiore di un finestrone lungo diversi metri. Se ne intravedevano i ferri rugginosi e le parti in distacco.

Le macerie sono state ammassate a terra e poi rimosse. All’uscita della scuola, tutto era ripulito. Nella giornata di domani verranno posizionate delle “mantovane”, strutture per la tutela dei pedoni. Durante le operazioni di messa in sicurezza, il traffico in direzione Arco Etrusco e piazza Grimana è stato interrotto. I mezzi che avevano assoluta necessità di transitare sono stati deviati attraverso corso Bersaglieri, facendoli scendere a sinistra, per via S. Antonio e poi risalire per via degli Scortici. Salvo direzionarsi all’Elce, per via Fabretti, o in piazza Cavallotti, attraverso via Cesare Battisti. Una brutta avventura che poteva finire tragicamente, se solo l’evento si fosse verificato all’uscita della scuola, coinvolgendo i numerosi alunni e i loro genitori.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Paura in via Pinturicchio intorno alle 12: crolla blocco di cemento sulla strada vicino ad una scuola

PerugiaToday è in caricamento