Domenica, 17 Ottobre 2021
Cronaca

Università, la protesta degli universitari va a segno: aumentata la capienza per le lezioni in presenza e aree studio

Dopo la protesta al Parco per via del decreto che di fatto non modifica nulla in fatto di riaperture, è scattata la trattativa con l'Ateneo del Rettore Oliviero. "Ma restano problematiche irrisolte"

Continua la mobilitazione degli universitari e il confronto con l’Ateneo sulla completa riapertura degli spazi universitari, che ha visto una grande partecipazione all'assemblea aperta convocata dalla Sinistra Universitaria – Udu Perugia: nella giornata di mercoledì il Parco della Cuparella si è animato di oltre un 

Oltre un centinaio di studenti in presenza e altrettanti collegati in forma telematica hanno partecipato all'assemblea indetta dall'Unione degli Studenti per chiedere al Rettore il ritorno immediato delle attività didattiche in presenza e di tornare a fuire di tutti gli spazi delle facoltà.  La protesta studentesca - culminata con l'incontro al Parco della Cuparella - è montata all'indomani del nuovo decreto del Governo che ha definito nuovi standard per le riaperture dei luoghi ricreativi.L'Udu ha subito denunciato l'assenza di cambiamenti importanti visto che, nonostante il vaccino, i luoghi del sapere sono rimasti, in massima parte, interdetti alla comunità studentesca.

Dalla protesta alla trattativa con l'Ateneo il passo è stato breve. Stamattina il Tavolo Tecnico di Ateneo ha accolto diversi punti incentrati sulle aperture. “E’ Stata confermato l'aumento della Capienza al cento per cento, per spazi didattici e spazi studio, che dovrebbe risolvere gran parte delle problematiche segnalate in queste settimane da studentesse e studenti" ha spiegato Gianluca Menichelli "Questa è la vittoria più importante che arriva al termine di un percorso molto lungo cominciato a settembre dalle mozioni presentate dall’Udu in Consiglio degli Studenti. E’ stato comunque garantito lo svolgimento delle lezioni anche in forma telematica per studentesse e studenti fuorisede e per Studentesse studenti con fragilità”. Rimangono, secondo l'Udu, aperte questioni che vanno dal sovraffollamento di alcuni dipartimenti (per cui capienza al 100% non è dunque sufficiente), all'estensione degli orari delle biblioteche e la riapertura delle aule studio cittadine attualmente chiuse. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Università, la protesta degli universitari va a segno: aumentata la capienza per le lezioni in presenza e aree studio

PerugiaToday è in caricamento