menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Unioni civili: a Terni il primo "si", a Perugia mancano gli ufficiali di stato civile e il Pd si attrezza

I consiglieri comunali del Partito Democratico Tommaso Bori e Sarah Bistocchi hanno presentato questa mattina al Sindaco la loro disponibilità ad officiare le unioni civili ai sensi della legge 726/16

Se a Terni il prossimo 20 agosto verrà celebrata la prima unione civile dell'Umbria - con tanto di festa post trascrizione - a Perugia la situazione è ancora ben poco definita. Tanto è vero che mancherebbero ufficiali di stato civile per compilare i moduli dell'unione civile. Sia per denunciare questi ritardi che per permettere questo servizio "comunale" i consiglieri comunali del Partito Democratico Tommaso Bori e Sarah Bistocchi hanno presentato questa mattina al Sindaco la loro disponibilità ad officiare le unioni civili ai sensi della legge 726/16.

"Il Comune di Perugia non ha provveduto a individuare ufficiali di stato civile al fine di celebrare le unioni civili abbiamo deciso di comunicare la nostra disponibilità ad effettuare tale registrazione" hanno scritto i consiglieri comunali nella richiesta al sindaco Romizi  La legge 726/16 parla chiaro e non permette ritardi ed omissioni da parte dei comuni italiani. Crediamo sia opportuno che il nostro Comune provveda a rimettersi in regola e ad attivare tutte le procedure stabilite dalla legge”.

A Terni sarà il vice-sindaco Francesco Malafoglia a celebrare la prima unione civile in Umbria che vedrà protagoniste due donne da anni insieme: Serena e Antonella. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, Assisi in lutto: è morto Mauro Venarucci

Attualità

Coronavirus in Umbria, vaccini anche in farmacia: c'è l'accordo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento