Cronaca

Il coronavirus non ferma il grande cuore dei donatori di Foligno, Spoleto e Valnerina: "Ricostituite le scorte di sangue"

C’è la necessità di continuare a donare ma attraverso la prenotazione telefonica, per evitare affollamenti

Gli appelli dei giorni scorsi hanno portato ad una importante risposta di donatori di sangue nei centri di Raccolta dell’Azienda Usl Umbria 2 (Foligno-Spoleto-Valnerina-Terni). Un grande e lodevole gesto di solidarietà in questa fase di emergenza “che ha permesso - afferma la dottoressa Marta Micheli, responsabile del servizio Immunotrasfusionale dell’Azienda Usl Umbria 2 - non solo di ricostituire le scorte ma anche di assicurare la compensazione interregionale per le aree più in difficoltà”.

C’è la necessità di continuare a donare ma attraverso la prenotazione telefonica, per evitare affollamenti e per garantire che, con una puntuale programmazione, anche nelle prossime settimane ci sia una costante disponibilità di sangue per tutti i pazienti e si possano garantire le terapie anche nei prossimi giorni. Le Avis comunali collaborano con l’Azienda Usl Umbria 2 per programmare la prenotazione

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il coronavirus non ferma il grande cuore dei donatori di Foligno, Spoleto e Valnerina: "Ricostituite le scorte di sangue"

PerugiaToday è in caricamento