Sabato, 24 Luglio 2021
Cronaca

Covid, lo studio del professore Gammaitoni: "I dati parlano chiaro: vaccino fondamentale per evitare ricoveri, decessi e chiusure"

La nuova intervista: "Per i più anziani, non vaccinarsi, in vista della nuova ondata è come giocare alla roulette russa. Ne vale la pena?".

"In questo momento dove i contagi stanno risalendo, in maniera importante, in Umbria come nel resto del Paese, è necessario far passare questo messaggio ai cittadini: vaccinarsi, vaccinarsi tutti per disinnescare la nuova ondata pandemica. I dati di casa nostra e quelli dell'Inghilterra confermano quanto sia importante la doppia somministrazione": Luca Gammaitoni, professore di Fisica dell'Università di Perugia, sta analizzando con dei grafici matematici la correlazione contagi e ricoveri. 

grafico-gammaitoni-2

Professore Gammaitoni cosa emerge dai suoi grafici su questo ritorno di fiamma dei contagi che, visto i numeri, non può essere considerata ancora una nuova ondata di Covid? "Partiamo dallo storico: i dati dell'ultimo anno in Italia a riguardo del rapporto contagi e ricoveri (ordinari e in terapia intensiva).  Su mille positivi riscontrati 5 persone finiscono intubati in terapia intensiva. Ora, con la campagna della vaccinazione in corso, se una persona è vaccinata con una dose le probabilità di finire ricoverati si riducono di un fattore circa dieci e se uno è vaccinato con due dosi, si riduce di un fattore circa 20. E tutto questo a fronte di una variante, la Delta, che è provato essere molto più contagiosa del ceppo iniziale del virus e delle altre varianti, come l'Inglese. I vaccini non coprono al 100 per cento l'infezione da virus, come sempre spiegato, ma riescono ad arginare di molto i decessi e l'intasamento dei reparti ospedalieri, fenomeni che sono stati alla base del blocco sociale e di altri importanti divieti alla libertà dei cittadini".

Dunque vaccinarsi tutti, in particolare le persone più avanti con l'età. Un bel problema in Umbria oltre 30mila over 60 o hanno dubbi o non ne vogliono sapere di vaccinarsi. 
"Sappiano che stanno giocando con la loro salute, con la loro vita. Faccio un paragone: per i più anziani, non vaccinarsi, in vista della nuova ondata è come giocare alla roulette russa. Ne vale la pena?". 

Le conclusioni-messaggio agli umbri dunque quali sono, ricapitolando...
"Sono due, sempre attingendo dai numeri sulla pandemia: Vaccinarsi conviene perché, in caso di infenzione, riduce la probabilità di finire intubati. La riduce di molto, non di poco. Più avanti siamo come età e più è importante il beneficio del vaccino. Una vaccinazione di massa permetterà di trasformare, nel tempo, il Covid 19 in una sorta di influenza stagionale, dalla quale guardarsi bene ma senza più quelle varianti pericolose che hanno messo e stanno continuando a mettere in ginocchio l'economia mondiale e la socialità". 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, lo studio del professore Gammaitoni: "I dati parlano chiaro: vaccino fondamentale per evitare ricoveri, decessi e chiusure"

PerugiaToday è in caricamento