menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Accade in Umbria | Rapinato e picchiato disabile mentre rientrava a casa: arrestata una coppia

L'uomo, 50 anni, ha gravi difficoltà deambulatorie. E' stato colto di sorpresa e sbattuto a terra da due fidanzanti con molti precedenti

Una rapina violenta e vigliacca che per fortuna è finita sia senza gravi conseguenze fisiche (per il rapinato) che con due arresti nel giro di un mese dall'accaduto. I Carabinieri sono riusciti ad identificare - grazie allo studio di varie videosorveglianze e a un blitz in appartamento - una ragazza italiana di 20 anni (con precedenti relativi a sostanze stupefacenti) e un  pregiudicato tunisno di 42 anni: sono gli autori di un agguato a danno di un 50enne ternano, disabile, che era sceso in strada per gettare spazzatura appoggiandosi ad un carrellino a causa delle difficoltà a camminare.

I due malfattori lo hanno preso alle spalle nell’androne condominiale del civico 35 di via porta San Giovanni, a Terni: è stato gettato a terra, picchiato selvaggiamente con calci e pugni fino a quando non sono riusciti a sfilargli il portafoglio dalla tasca, contenente documenti, il bancomat e la somma di 160 euro. I due poi si sono dati alla fuga. I carabinieri, dopo aver studiato filmati, sono riusciti a risalire prima alla ragazza e poi allo straniero. Nel corso della perquisizione nell’abitazione della donna in fase di esecuzione, i militari hanno individuato l’uomo ben nascosto tra lenzuola e coperte all’interno del “letto contenitore”. Al termine delle operazioni il tunisno è stato condotto al carcere di “Sabbione”, la donna, madre di una bambina in tenera età, è stata ristretta agli arresti domiciliari.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento