Venerdì, 24 Settembre 2021
Cronaca

Trasimeno il regno degli uccelli migratori: oltre 50mila censiti di 39 specie, avvistati anche dei "rarissimi"

Il Lago si conferma sito di rilevanza internazionale per tutelare l'aviofauna e le zone umide del Paese

Il Lago Trasimeno conferma ancora una volta la sua importanza anche per la migrazione di decine di migliaia di uccelli che nello specchio d'acqua trovano un habita sicuro per fermarsi alcuni giorni prima di ripartire verso la destinazione. L'ultimo monitoraggio nell'ambito dell'internazionale IWC (International Waterbird Census) al quale l’Umbria prende parte da oltre un trentennio che al Trasimeno sono stati censiti oltre 52.955 uccelli svernanti per un totale di 36 specie. In tutto l'Umbria ne sono stati sanciti solo poco più che 10mila (le aree umide: lago di Pietrafitta, Ansa degli Ornari, lago di Piediluco, oasi di Alviano, San Liberato, Recentino).

“I dati raccolti – ha sottolinea l’assessore all’Ambiente della Regione Umbria, Roberto Morroni - evidenziano come le zone umide umbre giochino un ruolo importante per la conservazione degli uccelli acquatici, in particolare il Lago Trasimeno che si conferma come sito di rilevanza internazionale, con quasi 53mila individui ospitati, appartenenti a 36 specie. Nelle sette zone umide in cui è stato svolto il monitoraggio invernale, si registra inoltre un incremento dell’avifauna svernante, indicatore di qualità ambientale e biodiversità. Una banca dati che fornisce informazioni utili sugli andamenti delle popolazioni delle varie specie riguardo alla salvaguardia dell’avifauna e alla programmazione della gestione delle zone umide”.

I tecnici hanno censito queste specie
Trasimeno (10 specie: Airone cenerino, Airone guardabuoi, Alzavola, Cormorano, Folaga, Gabbiano comune, Garzetta, Marangone minore, Svasso maggiore, Tuffetto);
Alviano (6 specie: Beccaccino, Canapiglia, Cigno reale, Marangone minore, Mestolone, Spatola); San Liberato (3 specie: Cigno reale, Moretta, Moriglione); Recentino (2 specie: Moretta, Moriglione);Pietrafitta (una specie: Moretta).

Individuato anche alcune specie considerate rare, almeno in Italia: Cigno minore (2 individui ad Alviano); Falco pescatore (un individuo ad Alviano e un altro sul Trasimeno); Gabbianello (un individuo sul Trasimeno); Mignattaio (8 individui sul Trasimeno).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trasimeno il regno degli uccelli migratori: oltre 50mila censiti di 39 specie, avvistati anche dei "rarissimi"

PerugiaToday è in caricamento