Cronaca

Tenta un gesto estremo, i carabinieri lo trovano privo di sensi in auto: salvato in extremis

L'allarme lanciato dalla compagna, preoccupata per via di alcuni messaggi inviati dall'uomo. I carabinieri lo hanno rintracciato, salvandogli la vita

Era già privo di sensi, chiuso nell’auto lasciata con il motore acceso e con un tubo di gomma che convogliava i gas di scarico all’interno dell’abitacolo, quando i carabinieri di Umbertide lo hanno trovato. Un intervento che ha permesso di salvargli la vita.

I militari dell’Arma lo hanno subito estratto dalla vettura ed affidato alle cure del personale medico sanitario del 118 intervenuto con un’ambulanza. Da lì la corsa verso l’ospedale di Città di Castello dove al momento si trova ricoverato in prognosi riservata, ma fortunatamente non in pericolo di vita grazie all’intervento dei carabinieri che lo hanno rintracciato.

L’episodio nasce a seguito della richiesta di intervento da parte della convivente con cui aveva discusso per questioni sentimentali. La donna aveva ricevuto dal compagno alcuni messaggi in cui manifestava l’intenzione di compiere gesti inconsulti. Preoccupata, ha quindi deciso di allertare subito i carabinieri della Compagnia di Città di Castello che si sono attivati per rintracciare l’uomo. Una volta localizzata l’utenza del cellulare, e grazie ad altri dati forniti dalla convivente, le ricerche hanno dato esito positivo e dopo poche decine di minuti i militari dell’Umbertide sono riusciti a trovarlo e a salvarlo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tenta un gesto estremo, i carabinieri lo trovano privo di sensi in auto: salvato in extremis

PerugiaToday è in caricamento