Anziano "abbordato" al cimitero e derubato della catenina: le ladre dell'abbraccio tornano a colpire

Denunciata una 26enne romena ritenuta responsabile del colpo messo a segno al monumentale di Città di Castello

"Abbordato" al cimitero monumentale da una bella ragazza. Che lo ha abbracciato più volte e ha chiacchierato con lui per alcuni minuti. Ma quando l'uomo, un 85enne di Città di Castello, è tornato a casa si è accorto che non aveva più la catenina d'oro con crocefisso che portava normalmente. 

Collana scomparsa tra gli abbracci, finti, solo un pretesto per poter sfilare il prezioso senza che la vittima se ne accorgesse. All'anziano non è rimasto altro da fare che denunciare ai carabinieri il furto subito, per un valore di circa 4mila euro.

I militati hanno incentrato le attenzioni su un gruppo di donne, sulle quali i sospetti si erano focalizzati già nell'ambito di una precedente attività investigativa mirata proprio a furti di questo tipo.

Gli accertamenti hanno portato a individuare come presunta responsabile del colpo messo a segno nel cimitero monumentale di Città di Castello, una 26enne romena, ora denunciata a piede libero.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, la Regione conferma un caso sospetto in Umbria, una persona in isolamento

  • Bollettino medico Coronavirus: "Nessun contagio in Umbria ad oggi". Si decide su scuole ed eventi

  • Coronavirus, caso sospetto donna ricoverata in isolamento a Perugia: i risultati del primo test

  • Coronavirus, sospetto contagio in Umbria: donna in isolamento all'Ospedale di Perugia, i risultati tra 24 ore

  • Coronavirus, due tamponi positivi in Umbria. La Regione: "Casi d'importazione, non rinconducibili a focolai locali"

  • Coronavirus, l'Asl di Lodi segnala la presenza di una donna a rischio in Altotevere: "Non ha sintomi, ed ha lasciato l'Umbria"

Torna su
PerugiaToday è in caricamento