Cronaca

La storia finisce, lui la perseguita ovunque: scatta il divieto di avvicinamento

L'indagato avrebbe iniziato a perseguitare la donna con comportamenti ossessivi, imponendole la sua presenza ovunque lei andasse. Ma lui si difende davanti al giudice

Immagine generica

E' accusato di stalking e furto aggravato, un 32enne di origine albanese che il 26 febbraio di quest'anno è stato raggiunto dalla misura cautelare del divieto di avvicinamento nei confronti della ex compagna. Una relazione sentimentale, quella tra l'indagato e una donna perugina di 40 anni, iniziata un paio di anni fa e sfociata in una convivenza. Terminata la storia però, il 32enne avrebbe iniziato a perseguitare la donna con comportamenti ossessivi, imponendole la sua presenza ovunque lei andasse o si trovasse, perfino sul luogo di lavoro. 

Una vicenda iniziata nel dicembre di quest'anno e deflagrata con la richiesta della misura cautelare sollecitata dal pm Iannarone e accolta dal gip Lidia Brutti. L'indagato sarebbe riuscito perfino ad "intercettare" i suoi spostamenti, palesandosi ovunque lei fosse. 

In più di una occasione, oltre ad appostarsi nel giardino della sua abitazione sarebbe riuscito a penetrare in casa rubandole anche alcune fotografie.  Un incubo che ha portato la donna - una 40enne di Perugia - a sporgere denuncia fino al divieto di avvicinamento richiesto dalla procura per  fermare i comportamenti ossessivi dell'ex compagno.

Diversa la versione che l'indagato, in sede di interrogatorio, ha reso dinanzi al Gip. Difeso dall'avvocato Barbara Romoli, il 32enne ha negato ogni addebito, spiegando di aver solo avanzato pretese economiche in seguito ad alcuni lavori di ristrutturazione da lui eseguiti nell'abitazione che condividevano. I contatti - ha spiegato l'indagato nel corso dell'interrogatorio - sarebbero serviti solo per chiedere delucidazioni circa le motivazioni della fine della relazione. Inoltre sarebbe tornato nella casa dove avevano convissuto solo per riprendere i suoi effetti personali, ribadendo di non aver rubato nulla nè di aver messo in atto comportamenti ossessivi nei suoi riguardi.  La parte offesa è rappresentata dall'avvocato Angelo Lonero. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La storia finisce, lui la perseguita ovunque: scatta il divieto di avvicinamento

PerugiaToday è in caricamento