rotate-mobile
Cronaca

Perseguita e minaccia la moglie del suo ex: “Tanto un giorno o l’altro ti faccio fuori”, 60enne alla sbarra

Condanna a un anno di reclusione per stalking, lesioni e minacce ai danni della compagna del suo ex marito. E' quanto chiesto dal pm questa mattina nei confronti dell'imputata

Condanna a un anno di reclusione per stalking, lesioni e minacce ai danni della compagna del suo ex marito. E' quanto chiesto dal pm questa mattina dinanzi al giudice Annarita Cataldo nei confronti dell'imputata, una 60enne residente nell'Altotevere e finita a processo con l'accusa di aver molestato, diffamato e perseguitato la moglie del suo ex. Una storia acceccata dalla gelosia e un triangolo maledetto che si ripete, quella che ha per protagoniste due donne finite entrambe a processo. L'imputata è infatti parte offesa contemporaneamente in un procedimento dinanzi al giudice di Pace per le lesioni che a sua volta avrebbe subito dalla "rivale". 

Secondo la denuncia sporta dalla donna, l'imputata- difesa dagli avvocati Francesco e Eleonora Paolieri- avrebbe iniziato ad avere un atteggiamento provocatorio già dopo qualche mese aver contratto il matrimonio con l'uomo "conteso", raccontando di essere stata oggetto di smorfie. L'imputata sarebbe passata  dinanzi alla casa che la donna condivideva con il marito, "rallentando e suonando il clacson". Nelle occasioni in cui si sarebbero incontrate per strada, l'imputata, come è riportato nella denuncia, avrebbe sterzato con l'auto come per simulare un investimento.Poi, nel corso del tempo, la situazione si sarebbe aggravata, con tanto di minacce e molestie sfociate anche in un episodio di lesioni. Secondo l'accusa- con i suoi comportamenti  avrebbe generato nella presunta vittima  uno stato d'ansia, tanto da temere per la propria incolumità e per quella dei suoi cari.  E poi parole pesanti, offensive, anche attraverso l'uso del telefono e in presenza di più persone.

"Tanto un giorno o l'altro ti faccio fuori, te le ho promesse e ora te le do, questo è solo l'inizio". Con questi toni l'imputata avrebbe minacciato l'altra donna, probabilmente per i sentimenti di gelosia che la stessa nutriva nei suoi confronti. L'imputata infatti era stata legata per oltre un decennio da una relazione affettiva con il suo attuale marito. Ma durante "gli scontri" tra le due donne, oltre a volare insulti, sarebbero partiti anche schiaffi in faccia, tale da provocare all'attuale parte offesa in questo processo, ferite allo zigomo e al labbro giudicate comunque guaribili in pochi giorni. Si tornerà in aula il primo dicembre per le repliche e la sentenza. La difesa ha chiesto l'assoluzione per l'imputata. 

.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Perseguita e minaccia la moglie del suo ex: “Tanto un giorno o l’altro ti faccio fuori”, 60enne alla sbarra

PerugiaToday è in caricamento