San Sisto, in fuga d'amore come Lilli e il Vagabondo: seminano il panico in mezzo alla strada

Due pastori tedeschi erano in fuga dal proprio padrone, ma avendo perso il senso dell'orientamento avevano praticamente occupato le strade transitate di San Sisto. Panico tra gli automobilisti. Catturati e portati a Collestrada. Era la loro ennesima fuga...

Due cani in fuga come Lilli e il Vagabondo ma al posto di un romantico piatto di spaghetti da dividere in due sotto la Luna, hanno deciso di fare su e giù per le transitate strade di San Sisto. Molti gli automobilisti che hanno rischiato il tamponamento o di finire fuori strada per evitare i due cani - razza Pastore Tedesco - che non ne volevano sapere di lasciare le due corsie stradali.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per evitare il peggio sono così intervenuti gli agenti della Volante che, senza non poche difficoltà, sono riusciti a guadagnare la fiducia dei cani in fuga portandoli verso le volanti. Subito dopo è stata la volta del personale  dell’ASL che ha condotto i due pastori al canile sanitario di Collestrada in attesa di rintracciare il proprietario. I due pastori tedeschi, regolarmente muniti di microchip identificativo, sono delle vecchie conoscenze per gli addetti ai lavori per le loro fughe d'amore ad alto rischio per il traffico. 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Perugia usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, la mappa del contagio in Umbria all'1 aprile: tutti i casi per comune di residenza

  • Coronavirus, purtroppo altre 3 persone decedute negli ospedali di Foligno, Pantalla e Terni. Sono 24 in Umbria

  • L'Umbria apre tutte le sue bocche di fuoco contro il virus: test rapidi, 2mila tamponi al giorno e 25mila controlli mirati

  • Coronavirus, bollettino regionale del 29 marzo: 1023 contagiati, cresce il numero dei guariti, 'solo' in 46 in terapia intensiva

  • Coronavirus, quando finirà l'emergenza? Le previsioni per l'Umbria

  • Coronavirus, bollettino regionale Umbria 31 marzo: rallenta il contagio, aumenta invece il numero dei guariti

Torna su
PerugiaToday è in caricamento