Cronaca

"Nessun pentimento di Rudy Guede". Il giudice dice no ai permessi premio

Dopo ben nove anni Rudy Guede apparirà per la prima volta in televisione il prossimo giovedì. Durante l'attesa intervista, che andrà in onda a “Storie Maledette”

Rudy Guede, in carcere con l'accusa di avere ucciso Meredith, non potrà ancora uscire dalla casa circondariale di Viterbo. Almeno, non per ora. Questo quanto deciso dal magistrato di sorveglianza di Viterbo che ha negato al giovane ivoriano i permessi premio maturati, perché non avrebbe operato “una revisione critica”. Tradotto: non si sarebbe pentito di quanto commesso.

Come riportato da La Nazione Umbria, nell'edizione di oggi, la decisione sarebbe maturata nei mesi scorsi, ma è stata resa nota sola a seguito della decisione dei due legali del giovane, Nicodemo Gentile e Valter Biscotti, di presentare ricorso al tribunale di sorveglianza di Roma.

Rudy in tv – Dopo ben nove anni Rudy Guede apparirà per la prima volta in televisione il prossimo giovedì. Durante l'attesa intervista, che andrà in onda a “Storie Maledette”, l'ivoriano ripercorrerà l'intera vicenda e nel particolare la sua storia personale. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Nessun pentimento di Rudy Guede". Il giudice dice no ai permessi premio

PerugiaToday è in caricamento