Allarme sostanze chimiche sospette a Ponte Pattoli: attivata task-force, una persona in Ospedale

Gli esperti dei Vigili del fuoco stanno analizzando la sostanza sospetta con attrezzature speciali

Un piccolo recipiente, contenente materiale di dubbia provenienza e caratteristiche chimiche, è al centro di una indagine del Nucleo Batteriologico e Chimico dei Vigili del Fuoco che, con la massima cautela, ha sequestrato il tutto. D’intesa la Magistratura e con le Forze di Polizia sono in corso ulteriori accertamenti per  risalire alla provenienza ed alle caratteristiche  del materiale in questione. Per quest’ultime indagini tecniche si sta procedendo con l’impiego di personale ed attrezzature specialistiche in dotazione al Corpo nazionale dei Vigili del Fuoco. 

A scopo precauzionale la persona rimasta a contatto con il recepiente è stata portata in Ospedale a Perugia. Il fatto è avvenuto nella tarda mattinata di oggi a Ponte Pattoli.  Sul posto anche il personale dell’Arma dei Carabinieri, della Polizia Municipale e della ASL di Perugia oltre che  quello del servizio 118. 

Secondo quanto si apprende da fonti vicini ai Vigili del Fuoco, il contenitore sospetto è stato inviato ad un bar di Ponte Pattoli vicino ad un'armeria. In ospedale sarebbe finito, a scopo precauzionale, il titolare dell'attività commerciale. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, la Regione conferma un caso sospetto in Umbria, una persona in isolamento

  • Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere: sintomi, contagio, la malattia e la prevenzione

  • Bollettino medico Coronavirus: "Nessun contagio in Umbria ad oggi". Si decide su scuole ed eventi

  • Coronavirus, caso sospetto donna ricoverata in isolamento a Perugia: i risultati del primo test

  • Coronavirus, sospetto contagio in Umbria: donna in isolamento all'Ospedale di Perugia, i risultati tra 24 ore

  • Coronavirus, l'Asl di Lodi segnala la presenza di una donna a rischio in Altotevere: "Non ha sintomi, ed ha lasciato l'Umbria"

Torna su
PerugiaToday è in caricamento