rotate-mobile
Mercoledì, 19 Giugno 2024
Cronaca Todi

Fingevano di essere in servizio per prendere lo straordinario, ma erano in caserma: condannati tre agenti della Polstrada

Todi, in un caso si erano rifiutati di aiutare i colleghi di Perugia che inseguivano dei ladri in auto. La decisione della Corte dei conti

La Corte dei conti dell’Umbria ha condannato tre agenti della Polizia stradale in servizio, nel 2013, presso il Distaccamento di Todi, a risarcire il Ministero di quasi 5mila euro per un danno erariale derivato svolgimento delle loro funzioni.

I tre poliziotti, difesi dall’avvocato Carlo Alongi, erano stati citati in giudizio della Procura contabile perché durante lo svolgimento “delle loro funzioni, poiché, comandati al servizio di vigilanza su strada extraurbana principale, nel periodo compreso tra il 1° ottobre ed il 18 dicembre 2013, con turni serali e notturni (dalle 19 all’una di notte, oppure dall’una alle 7 del mattino) iniziavano il pattugliamento con ritardo o rientravano in caserma con largo anticipo, sostando sovente all'interno della caserma, circostanza che omettevano di comunicare” la loro posizione alla centrale operativa”, ottenendo ingiusto profitto consistente nella retribuzione fissa ed accessoria percepita per lo svolgimento dei suddetti quindici turni, in realtà non espletati interamente ed arrecando un disservizio”.

A due degli agenti viene anche contestato di non aver prestato aiuto ai colleghi che inseguivano due fuggitivi, sospettati di un furto a Perugia, “adducendo che

l'intervento non rientrava nella loro competenza”.

Per gli stessi fatti i tre sono stati condannati dal Tribunale di Spoleto per truffa, falso, abbandono del servizio e omissioni di atti d’ufficio, rispettivamente a 1 anno e 4 mesi di reclusione e 1.300 euro di multa, 1 anno e 7 mesi e 1.500 euro di multa e 1 anno e 2 mesi e 300 euro di multa, con sospensione condizionale della pena e il risarcimento di 28mila euro a favore del Ministero. In appello sono stati assolti da alcuni reati, mentre per altri è stata dichiarata la prescrizione.

I giudici contabili hanno accolto la domanda della Procura e condannato i tre agenti al pagamento di 4.757,56 euro, in solido, a favore del Ministero.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fingevano di essere in servizio per prendere lo straordinario, ma erano in caserma: condannati tre agenti della Polstrada

PerugiaToday è in caricamento